Come organizzare al meglio un acquario se si ha poca esperienza

La passione degli italiani per gli acquari è in costante aumento, un trend in enorme crescita che sembrerebbe non risentire assolutamente del difficile periodo economico. Lo scorso anno, complice la reclusione forzata, molti si sono avvicinati al settore per svariate motivazioni. Per esempio, è un rimedio divertente e antistress per trascorrere lunghi pomeriggi. Genitori, nonni e bambini possono sognare grazie ad un mondo sommerso e variegato creato ad hoc.

Per capire come organizzare al meglio un acquario se si ha poca esperienza occorre affidarsi alle persone giuste. Tra la presenti nella propria rubrica, scorrere i nomi degli amici che possiedono da tempo un acquario e chiedergli alcune dritte. Possedere una buona dose di fantasia si rivelerà fondamentale e necessario, se si vuole ottenere un ambiente unico nel suo genere.

È buona norma soprattutto le prime volte, organizzarsi al meglio per capire come e dove collocare in casa l’acquario. Non è sufficiente riempiere di acqua una vasca e disporre a casaccio varietà di pesci diverse tra loro. Occorre valutare con criterio quali specie inserire per permettere una pacifica convivenza. Esistono moltissime occasioni in cui un solo predatore può sterminare un acquario intero in poche ore.

Sincerarsi di acquistare una vasca adatta

È inutile, oltreché anti-economico, optare per una vasca troppo piccola per il numero di esemplari in nostro possesso. È bene tenere a mente che una vasca di grandi dimensioni, riduce moltissimo la manutenzione iniziale e futura. Gli esperti raccomandano di misurare un litro d’acqua per ogni centimetro occupato dalla lunghezza dei pesci.

Creare un habitat salubre

Scegliere con cura le attrezzature più idonee permette di creare un habitat salubre. Puntare sulla biodiversità è sempre un ottimo punto di partenza. Scegliere un apparato di depurazione dimensionato potrebbe rivelarsi una scelta vincente. Anche la temperatura incide molto sull’ambiente dell’acquario, in linea di massima si dovrebbe provvedere a garantire una temperatura che non superi i 25°.

Scegliere con criterio i pesci

Affidarsi a negozi specializzati in questo tipo di circostanze, sancisce la buona o la pessima riuscita del progetto. Meglio diffidare del web, in rete sempre più individui danno il loro parere su tutto senza averne l’autorità. Cosa occorre fare, almeno quando si è all’inizio, è non scegliere i pesci a sentimento. Due specie potrebbero essere in conflitto e creare molti problemi, occhio anche alle dimensioni. Troppo spesso vengo acquistati i pesci in blocco, meglio farlo con calma e popolare l’acquario poco alla volta.

Ecco come organizzare al meglio un acquario se si ha poca esperienza.

Consigliati per te