Come migliorare le tue doti di negoziazione seguendo i consigli di Donald Trump

Che lo si consideri un incompetente o un grande statista, non ci sono dubbi che Donald Trump sia un business man di successo e un abile negoziatore. Parlano per lui non solamente il successo della sua azienda, ma anche i recenti accordi da lui attivamente sostenuti tra Israele e Paesi Arabi. E se tu pensi che la negoziazione sia qualcosa che non ti servirà mai nella vita, riflettici un attimo meglio. Che tu voglia comprare la casa dei tuoi sogni o risolvere una lite in famiglia, ti ritroverai sicuramente a dover utilizzare tale abilità prima o poi. Quindi perché non cercare di migliorarla già da ora? Che aspetti? Non perdere tempo e inizia subito a capire come migliorare le tue doti di negoziazione seguendo i consigli di Donald Trump.

Pensa in grande!

Un buon mediatore lo sa: ogni contrattazione degna di questo nome non finisce al primo round. È insito in questa arte uno scambio continuo di proposte che avviene prima dell’ultima stretta di mano. Quello che molte persone spesso dimenticano è che il primo prezzo proposto difficilmente sarà anche l’ultimo. Quindi va da se che alzare un po’ l’asticella nei primi incontri ti porterà ad ottenere un risultato più vantaggioso. Quel che è importante ricordare è che sparare prezzi impossibili, al contrario, ti porterà solamente dei problemi. Perderai la fiducia del compratore e non otterrai niente. Per cui ricordati: in medio stat virtus!

Pensa al peggio, il meglio si prenderà cura di sé stesso

Un buon contrattatore è sempre realista: se c’è un prezzo massimo a cui ci piacerebbe vendere, ce n’è anche uno minimo. Ed è proprio a quel numero che Donald ci ricorda di prestare attenzione. Perché se pensare al massimo raggiungibile ci può far sognare, è evitare il peggio che ci fa portare a casa i risultati. Per cui prima di iniziare una qualsiasi negoziazione sii pronto ad alzarti dal tavolo nel caso il tuo prezzo minimo sindacabile non venisse rispettato.

Conosci il tuo mercato

La preparazione è un elemento chiave di ogni trattativa, per cui tieni a mente di essere più che pronto sul mercato di riferimento. Ma questo non è abbastanza. Ricordati che hai a che fare con tre elementi: te stesso, la tua controparte e l’oggetto contrattato. Come diceva Sun Tzu ne L’arte della Guerra: “conosci te stesso e il tuo nemico e ogni battaglia sarà vinta”. Non fermarti quindi a capire il mercato, ma dominalo, essendo sicuro delle tue strategie e di quelle della tua controparte. Prepara la battaglia a tavolino e nessuna contrattazione ti sembrerà impossibile da portare a termine.

 

E tu che ne pensi? Sei convinto di essere un esperto affarista o anche tu puoi imparare come migliorare le tue doti di negoziazione seguendo i consigli di Donald Trump?

Consigliati per te