blank

Come mettere i soldi al sicuro da patrimoniali e prelievi forzosi? In questo modo

Le prospettive per l’Italia si fanno ogni giorno più buie. Ogni previsione di crescita viene smentita da quella successiva, ma al ribasso. Via via che si entra nel cuore della recessione ci si rende conto che questa è peggiore di quanto preventivato.

Il buco nei conti dello Stato cresce e contemporaneamente sale il timore che il Governo si lasci tentare da patrimoniali o prelievi forzosi. E allora diventa lecito pensare a una soluzione preventiva. Come mettere i soldi al sicuro da patrimoniali e prelievi forzosi? In questo modo

Patrimoniale e prelievi forzosi sempre dietro l’angolo

Patrimoniali e prelievi forzosi non sono una novità nel nostro Paese. Per esempio una patrimoniale è l’IMU sulla seconda casa, ed è il bollo sul conto corrente.  Sono beni facilmente tassabili e quindi immediatamente aggrediti quando lo Stato vuole fare cassa.

Crowfunding immobiliare: ROI operazione 11,25%, ROI ANNUO 9,00%! - Scopri di più »

Il conto corrente è il terreno preferito. L’enorme risparmio di 1500 miliardi depositato sui conti correnti e di deposito fa molto gola al Governo. Per arrivarci per ora mostra la carota offrendo titoli di Stato a rendimenti interessanti. Ma presto potrebbe pensare a qualche forma di prelievo sui contanti in giacenza in banca. E allora ecco la soluzione

Come mettere i soldi al sicuro da patrimoniali e prelievi forzosi? In questo modo

Tenere meno soldi possibile su un conto corrente non solo è una opportunità. E’ soprattutto anche una forma di protezione contro qualsiasi prelievo forzoso in stile Governo Amato del 1992. Ma dove mettere i soldi in un posto sicuro, avendone, se necessario, la quasi immediata disponibilità?  In un titolo di Stato. Investire in una obbligazione governativa con una durata residua pari al periodo utile per mettere in protezione i soldi.

Per esempio, se pensate di non avere bisogno dei vostri risparmi per un anno, potete puntare su un Buono del Tesoro Poliennale con scadenza verso la metà del 2021. Ad esempio il BTP scadenza nel giugno 2021 (Isin: IT0005175598). Se avete un orizzonte di un paio d’anni potete comprare il BTP agosto 2022.

In alternativa potreste dividere l’investimento su più scadenza. Per esempio un terzo sul un titolo rimborsato nel 2021. Un terzo su un titolo rimborsato nel 2022. E un terzo su un BTP in scadenza 2023. Magari il BTPi  con rimborso a maggio 2023

Scopri Plus500
Scopri Plus500
Bridge Asset
Bridge Asset

Consigliati per te

Ricevi un e-book in omaggio!

Basta inserire la tua mail per scaricare subito il nostro e-book
QUESTA È LA VITA DA TRADER!

Acconsento al trattamento dei miei dati personali secondo il GDPR 2016/679 UE per le comunicazioni da parte di Proiezionidiborsa S.r.l. in relazione alle iniziative proprie e/o di società controllate e/o collegate. Dichiaro, inoltre, di aver preso visione della Privacy Policy.