Come mangiare i cachi senza sporcarsi le mani

I cachi sono tra i frutti più deliziosi che ci regala la stagione fredda. Si tratta di un frutto non soltanto delizioso, ma anche ricchissimo di sostanze nutritive. I cachi contengono infatti una grande quantità di sali minerali utili al nostro organismo, e sono una fonte importante di vitamine A, C, e vitamine del gruppo B. Sono inoltre ricchi di sostanze che aiutano a prevenire il cancro, come gli antiossidanti e il betacarotene (così come un altro alimento autunnale, le buonissime patate dolci).

Purtroppo i cachi hanno un unico inconveniente: tendono ad essere difficili da mangiare senza sporcarsi. Questo perché la sua polpa gelatinosa e appiccicosa ha la tendenza a colare dal frutto, e può con facilità imbrattarci le mani e i vestiti.

SCOPRI L'OFFERTA SPECIALE
Acquista ora XW 6.0 dal sito web ufficiale

CLICCA QUI

Smartwatch

Ma niente paura, esiste un semplice trucchetto per evitare questo inconveniente.

Ecco come mangiare i cachi senza sporcarsi le mani.

Il caco è preziosissimo

In Europa siamo stati tra gli ultimi a scoprire tutti i benefici di questo frutto e a imparare come mangiarlo. Il caco è sbarcato da noi solo verso la fine dell’800. Era invece diffusissimo in oriente già da millenni, dove veniva apprezzato non soltanto per i suoi deliziosi frutti ma anche per altre qualità. L’albero di caco, infatti, è tra le piante più robuste che possiamo far crescere in giardino. Ha un grande valore ornamentale e può vivere anche molto a lungo. Inoltre, il suo tronco è apprezzatissimo come legna da ardere.

Se abbiamo la fortuna di avere un albero di caco in giardino, potremo gustare dei frutti di prima qualità anche nel cuore dell’autunno.

Ma come mangiare i cachi senza sporcarsi le mani? Esiste un trucco semplicissimo. 

Non tagliamolo, ma utilizziamo un cucchiaino

I cachi sono frutti molto difficili da sbucciare, proprio perché la loro polpa è così gelatinosa.

Meglio non sbucciarli, ma utilizzare un altro metodo. Quando abbiamo tra le mani un caco maturo, mettiamo via il coltello e muniamoci invece di cucchiaino. Solleviamo il “coperchio£ del caco, cioè il picciolo, e mangiamo il frutto a cucchiaiate direttamente all’interno della buccia. 

In questo modo non solo non ci sporcheremo le mani, ma riusciremo a mangiare tutto il frutto, tranne la buccia, senza sprecarne neanche un grammo.

Consigliati per te