Come liberarsi in poche mosse di questo piccolo e fastidioso animale che devasta orto e giardino

L’orto e il giardino di casa sono costantemente sotto l’attacco di parassiti, insetti e piccoli animali che li utilizzano come nuova casa o per cibarsi di piante e radici. Tra questi vi è in particolare un piccolo ed indesiderato ospite a cui piace stazionare nei pressi dei campi coltivati. E che fa non pochi danni. Vediamo allora di chi si tratta e come liberarsi in poche mosse di questo piccolo e fastidioso animale che devasta orto e giardino. Ecco qui la guida offerta dagli Esperti di Casa e Giardino di ProiezionidiBorsa.

L’identikit dell’animale

L’animale dal quale si vuole mettere in guardia è niente meno che l’arvicola. Questo roditore assomiglia molto al topo di campagna, anche se ha orecchie e coda più corte e il corpo più tozzo. Inoltre, ama scavare gallerie, un po’ come fanno le talpe. A differenza di queste, però, l’arvicola è molto ghiotta di bulbi e radici. Fiori come giacinti, peonie e tulipani, ma anche insalate e carote sono in serio pericolo di fronte a questa agile minaccia.

Qualche rimedio utile e low cost

Vediamo qualche suggerimento per capire come liberarsi in poche mosse di questo piccolo e fastidioso animale che devasta orto e giardino. Innanzitutto, bisogna sapere che le arvicole hanno un olfatto molto sviluppato. E che non sopportano alcuni odori. Per questo motivo è utile piantare nell’orto o in giardino piante come aglio e stramonio, che dovrebbero tenerle lontane.

Oppure si possono prendere di mira le loro gallerie. In questo caso si può creare una soluzione con acqua, fiori e foglie di sambuco, lasciare a riposo per 6-7 giorni e versarla all’interno. Una soluzione più veloce e low cost è invece quella di mettere dentro la galleria qualche spicchio di limone o aglio ben posizionato.

Se tutto ciò non dovesse funzionare, non resta altro che fare un po’ di rumore sfruttando l’energia del vento. Basta sistemare astutamente in giardino alcune girandole, oppure mettere nelle gallerie delle bottiglie col fondo tagliato e senza tappo, in modo che penetri l’aria all’interno.

Consigliati per te