Come lavare l’insalata in maniera semplice: la guida definitiva

Marzo è arrivato e assieme a questo mese pazzerello, giornate più lunghe, soleggiate e con tempo mite. Magari, complice la quarantena, si viene da lunghi periodi di pizze, focacce, lasagne, sformati, timballi. Lunghe preparazioni che hanno confortato e riscaldato questo lungo inverno casalingo. Ma adesso la stagione rincuorante apre le porte a giacche più leggere e piatti sfiziosi e freschi. Molto probabilmente sarà l’insalata a trionfare sulle tavole degli italiani alla ricerca di gusto ed equilibrio.

Decidere di rinunciare all’insalata in busta è una scelta consapevole. Infatti, optare i per i cesti di insalata del mercato, farà guadagnare tanto ai commensali, in termini di sapore e anche di un minor impatto ambientale. Spesso però si sceglie l’insalata in busta perché ci vuole meno tempo a prepararla. Ma grazie a questo breve vademecum su come lavare l’insalata in maniera semplice: la guida definitiva, al supermercato non si guarderà neppure più l’insalata in busta.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
La nuova friggitrice ad aria che amerai: zero odori, zero schizzi

SCOPRI IL PREZZO

Oil free

L’acqua

La temperatura dell’acqua deve essere giusta, né troppo fredda né troppo calda. L’acqua tiepida andrà benissimo. Se si vuole igienizzare e lavare l’insalata a fondo aggiungere due cucchiai di bicarbonato, più economico dell’amuchina, insapore rispetto all’aceto.

L’ammollo

Spesso quando si lava l’insalata si lascia in ammollo per pochi secondi. Invece questa è una fase molto importante: infatti tenere a bagno il giusto tempo, permette di sciogliere grumi di terra e di scacciare via ospiti indesiderati. Il tempo di ammollo perfetto è di venti minuti. Lo sporco in questo modo si depositerà sul fondo del recipiente o del lavabo.

L’asciugatura della lattuga

A questo punto estrarre l’insalata dal contenitore o dal lavandino. Mettere l’insalata in uno scolapasta e premere con della carta da cucina o una asciughino pulito, in questo modo l’acqua in eccesso andrà via.

La conservazione

Avvolgere l’insalata in un panno di cotone pulito e riporre nel frigo, in modo tale che abbia spazio e che non sia schiacciata da altri alimenti. È sconsigliato lavare l’insalata che non si consuma, perché si mantiene male in frigo e rischia di andare a male prima del dovuto.

Ecco come lavare l’insalata in maniera semplice: la guida definitiva per gustarsi insalatone miste per le calde giornate che arriveranno!

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo le abitudini alimentari ed eventuali intolleranze dei nostri lettori e per questo motivo si raccomanda di rivolgersi al proprio medico riguardo a cibi che potrebbero causare danni alla propria salute. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riportate QUI»)

Consigliati per te