Come investire nel settore tecnologico

In questo frangente di emergenza mondiale si è evidenziato un settore che ha sovraperformato tutti gli altri, l’hitech. Ma come investire nel settore tecnologico?

Il coronavirus è stato un pugno nello stomaco del mondo. Non solo per una questione economica ma anche e soprattutto sociale.

Aumentate le ricchezze dei miliardari americani

Infatti già dai primi momenti è stato subito chiara la carenza dei sistemi di protezione di base (gel igienizzanti, mascherine e guanti). Oltre alla difficoltà di eseguire tamponi ed esami per tutti. Carenze che si sono evidenziate in tutto il mondo sollevando spesso interrogativi su chi avesse diritto a cosa. Ma il Covid-19 ha anche allargato la forbice tra chi ha troppo e chi non ha quasi nulla. Soprattutto in considerazione del fatto che, solo negli Usa, attualmente, oltre 26 milioni di persone sono senza lavoro. Nel frattempo, sono aumentate le ricchezze dei miliardari americani di circa il 10%.

Come investire nel settore tecnologico?

In Italia, per fare un esempio più vicino a noi, le domande per le varie forme di bonus hanno raggiunto record storici. Di oggi le cifre rese note solo dall’INPS: 4.772.178 le domande di indennità  presentate, 3.427.837 quelle pagate al 3 maggio. Numeri che parlano di recessione. Ma nel momento in cui una recessione è in atto, sapere che esiste un settore che ha sovraperformato tutti gli altri significa avere davanti anche una possibile occasione di investimento per guadagnare. Come investire nel settore tecnologico? Un esempio arriva dall’ETF iShares North American Tech-Software il cui portafoglio registra in maggioranza titoli del settore tecnologico. Le prime 10 partecipazioni sono rappresentate principalmente da società ampiamente affermate. Microsoft, Adobe, Oracle, Salesforce, Intuit, ServiceNow, Activision Blizzard, Autodesk, Electronic Arts, Workday sono le prime dieci. E molte di loro sono focalizzate sullo sviluppo di software.

Perchè i tecnologici stanno sovraperformando?

Inoltre il fondo investe anche in mid cap relativamente sconosciute, il che permette anche di avere possibili margini di crescita futuri. Perchè i tecnologici stanno sovraperformando? Di fatto, andando al di là dell’emergenza e analizzando il problema, si capisce subito il ramo più proficuo dell’intero settore. Le società di software battono ogni altra società perché il software non costa praticamente nulla per essere sviluppato. Al contrario può essere rivenduto a caro prezzo o meglio ancora affittato con il software as a service (SaaS). In poche parole si tratta del discorso base fatto da Microsoft come anche da Adobe che sono riusciti a superare una possibile crisi, in passato, grazie ad un cambio di rotta nella strategia industriale. Gli stessi software che permettono di risolvere problemi organizzativi in maniera immediata e di aumentare esponenzialmente la produttività. Anche ai tempi del coronavirus.

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili qui»)

Consigliati per te