Come installare i condizionatori ed ottenere il bonus 110%

È possibile ottenere l’Ecobonus 110% per installare i condizionatori, se sono rispettate determinate condizioni. La Legge di Bilancio 2021 ha prorogato fino a giugno 2022 il superbonus 110%. I condomini che realizzano il 60% degli interventi entro il 30 giugno 2022, possono arrivare fino a dicembre per le restanti spese. Analizziamo come installare i condizionatori ed ottenere il bonus 110%.

Interventi di efficientamento energetico

La normativa non specifica in modo esplicito, tra gli interventi agevolati, l’acquisto e l’installazione dei condizionatori. In realtà, è possibile fruire della detrazione al 110% se si rispettano determinate condizioni.

Prestiti 2021

Ecco le Convenzioni, ma non tutti rientrano, perchè?

Verifica subito se rientri

30 - 5051 - 6566+

Clicca sull'età

Prestiti 2021

Ecco le Convenzioni, ma non tutti rientrano, perchè?

Verifica subito se rientri

30 - 50

51 - 65

66+

Clicca sull'età

Analizziamo quali sono le condizioni su come installare i condizionatori ed ottenere il bonus 110%, ma anche su come ottenere un impianto di riscaldamento o raffreddamento a costo zero.

Il Decreto Legge n. 34/2020 all’articolo 119 prevede che la detrazione al 110% è estesa a tutti gli interventi di efficientamento energetico a condizione che siano eseguiti congiuntamente con i cosiddetti interventi “trainanti” o “primari”.

Quindi, non è specificata, ma nemmeno esclusa, l’installazione del condizionatore. Si deduce che i climatizzatori, che rispettano delle caratteristiche tecniche tra cui il basso consumo energetico, possono rientrare negli interventi agevolati.

Come installare i condizionatori ed ottenere il bonus 110%

Gli interventi trainanti, che permettono l’accesso alla detrazione al 110%, sono divisi in tre categorie:

a) isolamento termico (cappotto termico);

b) sostituzione di impianti per la climatizzazione invernale;

c) interventi che permettono la riduzione del rischio chimico.

Unitamente alla realizzazione di uno di questi tre interventi “primari” si possono realizzare interventi chiamati “trainati” o secondari può beneficiare del Superbonus al 110%.

Se, invece, non si svolgono lavori trainanti ma si sostituisce il vecchio condizionatore con uno a pompa di calore ad alta efficienza energetica, si può accedere alla detrazione del 65%.

Bisogna precisare che per ottenere il bonus 110% l’edificio, dopo gli interventi, deve rilevare il miglioramento energetico di due classi. Tale miglioramento è certificato dall’APE. Infatti, bisognerà effettuare un APE (attestazione energetica) prima di svolgere i lavori e una dopo aver terminato i lavori.

Consigliati per te