Come incassare un super cedolone di un BTP con una strategia a rischio calcolato

Il calo dello spread apre molte opportunità, in particolare tra i titoli di Stato. Infatti il restringimento del differenziale di rendimento tra BTP e Bund decennale, potrebbe portare ad una nuova rivalutazione dei prezzi dei nostri BTP. Si aprono così possibili strategie per guadagnare sul breve periodo.

Perché lo spread può calare nei prossimi mesi

La strategia che vi proponiamo in questo articolo è rischiosa, ma ha un rischio calcolato. Si basa sull’ipotesi che lo spread possa continuare a scendere per i prossimi mesi, fino a raggiungere il valore di 50/60 punti.

Questa ipotesi è stata avanzata dagli Analisti di ProiezionidiBorsa in alcune precedenti analisi. Alcuni giorni fa Carlo Messina, ceo di Intesa Sanpaolo, in una intervista ha avanzato la stessa convinzione.

Dall’arrivo di Draghi ad oggi, lo spread è calato dal 115 a 90 punti. In sette sedute di Borsa il calo è stato di 25 punti. Quindi non sembra un’ipotesi improbabile che il calo prosegua e il prezzo dei BTP nei prossimi mesi possa risalire.

Le opportunità di guadagno offerte dal calo dello spread

Se così fosse, acquistando un BTP oggi e rivendendolo tra qualche mese, si potrebbe ottenere un guadagno in conto capitale. Ma si potrebbe puntare anche su una strategia alternativa. Quella di puntare ad incassare la cedola del Buono del Tesoro Poliennale, confidando che il prezzo non scenda nel periodo di detenzione del titolo.

Se la cedola fosse importante, ci sarebbero buone probabilità che l’operazione possa terminare in guadagno. E il BTP con la cedola più alta è quello con scadenza nel novembre del 2023 (Isin: IT0000366655).

La cedola del Buono del Tesoro Poliennale 2023 è del 9% annuo lordo. Viene distribuita metà a maggio e metà a novembre di ogni anno in due cedole della metà del valore totale. Quindi, quest’anno chi avesse il titolo il portafoglio fino all’1 di novembre, avrebbe diritto ad incassare due semi cedole del 4,5%.

Come incassare un super cedolone di un BTP con una strategia a rischio calcolato

La strategia consiste nell’acquistare adesso il BTP 2023 e rivenderlo a novembre, dopo avere incassato le due semi cedole. Nel frattempo confidare che il prezzo non scenda, grazie al calo dello spread.

Il rischio è calcolato. Anche perché acquistandolo al prezzo attuale e mantenendolo fino alla scadenza, a novembre del 2023, si avrebbe una perdita dello 0,2% annuo. Infatti, all’attuale valore di 125,4 centesimi, il titolo ha un rendimento a scadenza negativo dello 0,2% annuo.

Volendo si potrebbe ridurre il rischio introducendo uno stop loss sul prezzo. Acquistando il BTP a 125,4 centesimi, ultimo valore di chiusura, si potrebbe decidere di rivenderlo in caso i prezzi scendessero sotto 124,5 centesimi. La perdita sarebbe di poco superiore allo 0,7%. Se si decidesse di abbassare lo stop loss a 124 centesimi, la minusvalenza sarebbe dell’1,1% sul capitale investito. Dunque, ecco come incassare un super cedolone di un BTP con una strategia a rischio calcolato.

Approfondimento

Le caratteristiche di un’obbligazione che per 5 anni offre una cedola del 4,5%

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili qui»)

Consigliati per te