Come hai cucinato le tue uova fino a oggi? Fai attenzione agli errori più comuni

Le video guide di PdB - Iscriviti al nostro canale per seguire i nostri eventi e format

Sinceramente che sia nata prima la gallina o l’uovo, poco ci importa. Per fortuna sono nate entrambe. Simpaticamente l’uovo è ancora legato alle classiche prese in giro dell’uomo di casa, che saprebbe a malapena cuocerne uno. La cottura delle uova è infatti da sempre riconosciuta come una delle attività più veloci, semplici ed economiche in cucina. Prima dell’arrivo dei piatti pronti e precotti, erano le uova infatti il modo più semplice e veloce per mettere in tavola e sotto i denti qualcosa di commestibile. Però, come spesso accade, per fare le cose semplici, ci vuole comunque la giusta attenzione. Come hai cucinato le tue uova fino a oggi? Fai attenzione agli errori più comuni, raccolti in questo articolo dai nostri Esperti.

Quando sono fresche

Se le uova in questione non sono un ripiego, ma una scelta vera e propria, allora è bene che siano fresche. Il consiglio che vi possiamo dare è di acquistarle direttamente a chilometri zero, o per lo meno allevate a terra. Ricordate che un uovo fresco fa bene alla salute, ma forse non lo sapete, cuoce anche meglio e resiste alla cottura.

OFFERTA SPECIALE - POCHI PEZZI DISPONIBILI
Magia di Stelle Premium: dai un tocco di magia alla tua casa

Scopri ora l'offerta

Smartwatch

Sale e cottura

Cuocere le uova sembra la cosa più semplice del mondo, ma porta spesso a compiere due errori abbastanza grossolani: la salatura e la cottura. Molte volte rischiamo addirittura di non salarle o di farlo alla fine per semplice dimenticanza. In altrettanti casi invece, le lasciamo andare sul fuoco e torniamo che si sono quasi bruciate. Un uovo bruciato ha un gusto pessimo, perciò ricordatevi sempre di cuocerlo a fuoco medio. Inoltre, cercate di non abbondare con il sale, sia per non rovinare la delicatezza del gusto, che per non alimentare l’ipertensione.

Pentola giusta

Come hai cucinato le tue uova fino a oggi? Fai attenzione agli errori più comuni, considerando tra questi anche la padella giusta. Un altro particolare molto importante è la scelta della padella per la cottura. Dobbiamo, infatti, optare per una bassa, larga e antiaderente. Molti utilizzano anche quella per le crepes e va benissimo. A questo punto non dimenticate che la pentola deve essere calda, ma non bollente e va inumidita leggermente con un po’ di burro o un filo di olio.

Approfondimento

Quando frullati e spremute sconfiggono la sinusite

Le video guide di PdB - Iscriviti al nostro canale per seguire i nostri eventi e format

Consigliati per te