Come guadagnare in Borsa dalla guerra tra Intesa e Unicredit

Si riaccende la rivalità tra i due colossi bancari italiani per la supremazia nel settore del credito. Intesa e Unicredit stanno incrociando le lame su due questioni: l’ops su UBI Banca e il controllo sulla società Nexi. Lo scontro può favorire gli investitori. Ecco come guadagnare in Borsa dalla guerra tra Intesa e Unicredit.

Lo scontro su UBI e Nexi

L’Ops lanciata da Intesa su UBI Banca trova l’ostacolo dell’Antitrus. L’agenzia sta valutando se la futura aggregazione possa mettere a rischio la concorrenza nel settore bancario nazionale. In UBI l’ops  non è stata accolta favorevolmente. Così indiscrezioni dei mercati parlano di una possibile entrata in campo di Unicredit a fianco di UBI. Come? Rilevando una quota azionaria e rendendo più difficile la scalata di Intesa.

Un secondo terreno di scontro è sulla società Nexi. L’azienda è attiva nell’ambio del settore dei pagamenti digitali. Quindi un business molto importante per le banche e lo sarà sempre di più. Intesa vorrebbe acquistare il 9,9% di Nexi, ma anche Unicredit è interessata ad entrare nel capitale della società.

Fai trading sui mercati più famosi del mondo ed esplora le infinite opportunità con Plus500

Inizia a fare trading »

Il 76,4% degli investitori al dettaglio perde denaro sul proprio conto quando negozia CFD con questo fornitore. Dovresti considerare se puoi permetterti di correre il rischio elevato di perdere i tuoi soldi.

Come sfruttare le rivalità tra le due banche per guadagnare in Borsa?

Come guadagnare in Borsa dalla guerra tra Intesa e Unicredit

I prezzi delle azioni di UBI e Nexi potrebbero giovarsi della battaglia che si sta scatenando tra i due big bancari. Quando Intesa ha lanciato l’Ops su UBI Banca (MIL-UBI), l’azione è passata da 2,6 a 4,5 euro in due settimane. Poi è arrivata la crisi ed è precipitata. Oggi quota a 2,55 euro e da due mesi e mezzo i prezzi si muovono in laterale. Area 2,7 euro è il livello chiave oltre il quale l’azione potrà avere una nuova fase rialzista. Con primo target probabilmente in area 3 euro.

Nexi ha avuto un andamento dei prezzi simile a UBI. A inizio novembre il titolo è schizzato da 9 euro per arrivare a febbraio a quasi 17 euro. Poi è precipitato nuovamente in area 9 euro e successivamente è risalito agli attuali 15 euro. Se i prezzi riusciranno a superare i 16 euro avranno strada libera fino a 17 euro. Ma è possibile che non si fermino e proseguano la corsa fino a 20 euro

Scopri Plus500
Scopri Plus500

Consigliati per te

Ricevi un e-book in omaggio!

Basta inserire la tua mail per scaricare subito il nostro e-book
QUESTA È LA VITA DA TRADER!

Acconsento al trattamento dei miei dati personali secondo il GDPR 2016/679 UE per le comunicazioni da parte di Proiezionidiborsa S.r.l. in relazione alle iniziative proprie e/o di società controllate e/o collegate. Dichiaro, inoltre, di aver preso visione della Privacy Policy.