Come garantirci la giusta liquidità da anziani in 4 mosse

Come garantirci la giusta liquidità da anziani in 4 mosse? La terza età è un momento della vita molto delicato dal punto di vista economico. Con l’età nuove spese diventano necessarie per assicurare alla persona indipendenza e benessere. Mentre le pensioni, con il progressivo passaggio al sistema contributivo, saranno sempre meno generose. Come garantirsi una vecchiaia serena? Vediamo quindi come garantirci la giusta liquidità da anziani in 4 mosse, trasformando un patrimonio o un’immobilizzazione in denaro liquido.

La giusta liquidità in 4 mosse, ecco quali

Una prima possibilità è data dalle obbligazioni irredimibili o perpetue. Il significato del termine irredimibile è letteralmente quello di “senza riscatto”, che non si può appunto redimere. Si tratta di titoli obbligazionari che non prevedono la restituzione del capitale ma il pagamento di interessi per l’intera vita del sottoscrittore. Con questi strumenti, la persona si garantirebbe una rendita vitalizia certa ad integrazione della pensione.

Trattandosi di strumenti a lungo termine e, per loro natura poco liquidi, è fondamentale scegliere accuratamente l’emittente in base alla sua solidità. Problemi di stabilità dell’emittente, infatti, metterebbero a rischio la nostra rendita. La legge consente di costituirsi una rendita vitalizia, simile al bond perpetuo, anche con un’altra persona. Attraverso la rendita vitalizia, la persona anziana riceve periodicamente una somma di denaro a fronte della cessione di un bene mobile, immobile o di un capitale. La rendita vitalizia deve essere costituita per atto pubblico o per scrittura privata.

Fai trading sui mercati più famosi del mondo ed esplora le infinite opportunità con Plus500

Inizia a fare trading »

Il 76,4% degli investitori al dettaglio perde denaro sul proprio conto quando negozia CFD con questo fornitore. Dovresti considerare se puoi permetterti di correre il rischio elevato di perdere i tuoi soldi.

Il vitalizio ipotecario

Un ulteriore strumento per garantirsi la giusta liquidità da anziani in 4 mosse è dato dal prestito vitalizio ipotecario. Si tratta di un finanziamento concesso da una banca a persone di età superiore ai 60 anni, e funziona come un mutuo. Ma al contrario: in questo caso il proprietario di casa cede all’istituto di credito l’immobile mantenendo il diritto ad abitarlo per tutta la propria vita. In cambio la banca corrisponderà una rendita periodica proporzionale all’età della persona ed al valore dell’immobile.

Un quarto modo per garantirci liquidità da anziani è la vendita della nuda proprietà con riserva di usufrutto. In questo modo l’anziano andrà a vendere la propria casa ad un altro privato, garantendosi però il diritto ad abitarla a vita. Scegliendo la vendita della nuda proprietà, la persona riceverà un capitale e non una rendita.

Come garantirci la giusta liquidità da anziani in 4 mosse, ma c’è di più

Abbiamo visto che è possibile trasformare un capitale in liquidità futura. Spesso questa modalità è preferita al sistematico ricorso al proprio risparmio perché trasferisce il rischio di esaurire quest’ultimo ad un altro soggetto. Si tratta di strumenti che necessitano però di un capitale. Ricordiamo che lo strumento principale per una vecchiaia serena, se organizzata per tempo, resta una pensione integrativa o un piano di accumulo a lungo termine.

Scopri Plus500
Scopri Plus500

Consigliati per te

Ricevi un e-book in omaggio!

Basta inserire la tua mail per scaricare subito il nostro e-book
QUESTA È LA VITA DA TRADER!

Acconsento al trattamento dei miei dati personali secondo il GDPR 2016/679 UE per le comunicazioni da parte di Proiezionidiborsa S.r.l. in relazione alle iniziative proprie e/o di società controllate e/o collegate. Dichiaro, inoltre, di aver preso visione della Privacy Policy.