Come fare un ragù senza carne

In questo articolo, il Team di ProiezionidiBorsa spiegherà ai Lettori amanti del ragù come preparare un ragù senza carne, quello che i Napoletani chiamano il finto ragù. Ve ne sono di diverse versioni, noi proporremo la nostra, quella che per noi è una delle più veloci, semplici e meno pesante. Per la migliore riuscita del piatto consigliamo di usare la passata di pomodoro San Marzano Dop ed  il doppio concentrato di pomodoro.

Gli ingredienti di un ragù per condire 500 gr di pasta

Ecco l’elenco degli ingredienti che occorrono:

SCOPRI L'OFFERTA SPECIALE
Acquista ora XW 6.0 dal sito web ufficiale

CLICCA QUI

Smartwatch
  • 500 gr di passata di pomodoro San Marzano Dop;
  • 200 gr di doppio concentrato di pomodoro;
  • olio extravergine di oliva;
  • 1 ricotta secca salata da grattare;
  • sale q.b.;
  • 1 mazzetto di basilico fresco.

Il procedimento

Sciogliere in una padella anti aderente  alta e larga il doppio concentrato di pomodoro in un poco di acqua bollente, aggiungere la passata di pomodoro San Marzano Dop  e sale quanto basta. Fare cuocere a fuoco lento senza il coperchio per almeno un’ora girando di tanto in tanto  ed aggiungendo l’olio extravergine di oliva quando il ragù avrà perso tutto l’acqua.

Per fare diventare il pomodoro un ragù, usando un termine Napoletano, occorre tirare il composto, cioè  cuocere fino a consumare e fare perdere al pomodoro quel suo colore rosso acceso e farlo diventare rosso scuro.

La cosa importante è di controllare che il ragù non si attacchi, per evitare ciò aggiungere l’olio extravergine di oliva senza aver paura di abbondare con il numero delle aggiunte e con la quantità. Ricordate che dopo avere condito la pasta con il ragù senza carne occorre aggiungere il basilico ed una grattata di ricotta secca salata. Dopo avere svelato la ricetta di come fare un ragù senza carne, in qualità di Esperti di Cucina del Team di ProiezionidiBorsa consigliamo di condirlo con una pasta fresca, preferibilmente  un fusillo.

Approfondimento

Il vero ragù napoletano secondo Edoardo De Filippo

Consigliati per te