Come fare per trasferirsi in un altro stato di famiglia?

Lo stato di famiglia ha una certa rilevanza ai fini fiscali. In altri termini, l’appartenenza ad una famiglia anagrafica o all’altra, ci condiziona in numerosi aspetti della vita quotidiana, in quanto incide sul nostro reddito. Si pensi che tutti gli incentivi che sono stati concessi dal Governo in periodo Covid, a supporto delle famiglie, erano tutti subordinati ad un certo ammontare di reddito. Un reddito considerato a livello di famiglia anagrafica e non di singolo individuo.

Sicché, nonostante il reddito sia personale e casomai la posizione economica del componente della famiglia non contribuisca, di fatto, ad incrementare la nostra, il reddito complessivo del nucleo familiare ci condiziona. Pertanto, se detto aspetto è pregiudizievole, in quanto il rientrare in un certo stato di famiglia, ci arreca svantaggi. E ci preclude,inoltre, la possibilità di fruire di taluni vantaggi, le soluzioni non sono molte.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
XW 6.0, lo smartwatch di ultima generazione ad un prezzo incredibile.

SCOPRI DI PIU’

Smartwatch

Trasferire la residenza

Quella più semplice e diretta, consiste nel trasferire la residenza altrove. Diversamente, se la casa in cui abitiamo, è una casa familiare e non possiamo andare altrove, c’è una seconda opzione perseguibile. In tutta evidenza, nucleo centrale di questo articolo è: “come fare per trasferirsi in un altro stato di famiglia?”. Al riguardo, si premette che la normativa in materia anagrafica, stabilisce che se più persone convivono nella stessa abitazione e sono legate fra loro da vincoli di matrimonio o di parentela o di affinità o anche semplicemente da vincoli affettivi, esse costituiscono ununica famiglia anagrafica.

Pertanto, per presunzione, esse rientreranno nello stesso stato di famiglia. Sulla base di questa premessa, passiamo quindi, ad illustrare, in quale altro modo oltre quello indicato, si può passare in un diverso stato di famiglia.

Opzione due per passare in un diverso stato di famiglia

Abbiamo visto in precedenza come fare per trasferirsi in un altro stato di famiglia, nella maniera più elementare e veloce. Tuttavia, si è detto che c’è una seconda opzione, che può essere perseguita allorquando l’abitazione in cui viviamo sia quella familiare e non abbiamo possibilità di trasferirci altrove. In tal caso, se la casa familiare è divisibile, si può procedere ad un frazionamento catastale. In tal modo, una volta ottenute distinte unità abitative, sarà possibile avere un proprio stato di famiglia, in quanto cambierà l’indirizzo di residenza anagrafica di appartenenza.

Consigliati per te