Come fare per farsi rimborsare prima della scadenza un Buono fruttifero postale dedicato ai minori?

Tra i prodotti di risparmio dedicati ai minori ed emessi da Cassa Depositi e Prestiti vi sono anche i Buoni fruttiferi postali dedicati ai minori. In particolare, in questa sede, chiariremo come fare per farsi rimborsare prima della scadenza un Buono fruttifero postale dedicato ai minori. Procediamo con ordine.

Le caratteristiche salienti dei Buoni dedicati ai minori

Questi prodotti postali sono andati particolarmente a ruba, sul finire del secolo scorso. Quando i tassi d’interesse offerti dalle Poste erano alle stelle e sul mercato non vi erano poi tante forme d’investimento per i propri figli/nipoti.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
XW 6.0, lo smartwatch di ultima generazione ad un prezzo incredibile.

SCOPRI DI PIU’

Smartwatch

Tuttavia, ancora oggi, questi prodotti esercitano un certo fascino. Si tratta di titoli che è possibile intestare direttamente ai minori di età. Bambini e/o ragazzi che vanno dagli 0 ai 16 anni e mezzo ma non compiuti.

Non hanno, poi, una durata massima, nel senso che la stessa varia, a seconda dei casi. In pratica, dipende dalla precisa data di acquisto del Buono e da quella in cui l’intestatario compie 18 anni d’età.

Vediamo cosa bisogna fare per farsi rimborsare prima della scadenza

Ora, per mille e più ragioni, potrebbe succedere che si voglia procedere al rimborso del Buono, prima della naturale scadenza. In tutti questi casi, bisognerà, anzitutto, procedere richiedendo al Giudice Tutelare un provvedimento di autorizzazione. Ottenuta tale autorizzazione, si avrà diritto alla restituzione di due componenti:

a) il capitale originariamente investito;

b) gli interessi maturati al netto dell’aliquota dl 12,5%. Saranno riscuotibili solo se siano intercorsi 18 mesi tra la data di sottoscrizione del titolo e quella di rimborso dello stesso. Infine, sempre nei casi di rimborso anticipato, si applica il tasso d’interesse esposto nelle tabelle valide per il rimborso anticipato. Ossia, le tabelle “B” e “C” del Foglio Informativo legato alla particolare serie di titolo acquistato.

Buono cartaceo o dematerializzato

Sempre in merito alle modalità di rimborso, occorre ricordare che, in caso di titolo del tipo cartaceo, il rimborso avviene sempre in un’unica soluzione. La forma cartacea, infatti, non consente una frammentazione del titolo e, quindi, un suo rimborso dilazionato nel tempo.

Se, invece, si tratta di un Buono dematerializzato, l’operazione di rimborso può essere spalmata nel tempo. L’importante è che il rimborso non sia inferiore ai 50 euro e che sia sempre per multipli di 50. Come per il caso precedente, non vi sono costi aggiuntivi per tale operazione ed è richiesta sempre l’autorizzazione preventiva da parte del Giudice Tutelare.

Ecco, dunque, illustrato, in sintesi, come fare per farsi rimborsare prima della scadenza un Buono fruttifero postale dedicato ai minori.

Infine, in quest’altro articolo esponiamo i tratti salienti di un nuovo titolo: il Buono Obiettivo 65.

Consigliati per te