Come fare per avere presto la riabilitazione ad emettere assegni dopo un protesto

Le video guide di PdB - Iscriviti al nostro canale per seguire i nostri eventi e format

In un mondo di continui trasferimenti e scambi commerciali, è necessario avere la propria “fedina fiscale e patrimoniale pulita”.  In poche parole è necessario risultare ottimi pagatori. Avere avuto problemi in passato, non vuol dire scontare le conseguenze per sempre.

Come fare per avere presto la riabilitazione ad emettere assegni dopo un protesto? Noi di ProiezionidiBorsa, in un precedente articolo, abbiamo individuato le modalità per verificare se si è stati protestati. Vediamo, ora, come fare per essere nuovamente puliti.

Che aspetti? Scopri il trading coi CFD con iBroker
con una demo gratuita con dati in tempo reale e perfettamente funzionante

Provala subito!

Se si è stati protestati, e non possiamo attendere cinque anni per la cancellazione, dopo tredici mesi dalla levata, adempiendo l’obbligazione, possiamo chiedere la riabilitazione. Presupposto è aver pagato l’obbligazione per la quale il protesto è stato levato.

Presentare istanza

Bisogna presentare un’istanza presso il tribunale del proprio luogo di residenza, anche senza l’ausilio di un avvocato.

A corredo dell’istanza è necessario allegare:

a) copia carta d’identità e codice fiscale;

b) titoli protestati, in uno all’atto di protesto;

c) visura aggiornata dei protesti;

d) dichiarazione del beneficiario del titolo di aver ricevuto il pagamento o, in alternativa, certificazione della banca.

Le spese che occorreranno saranno 98,00 euro per un contributo unificato e una marca da bollo di 27,00 euro.

La decisione del tribunale

Il Presidente del tribunale accoglierà l’istanza con un decreto, da presentare poi alla Camera di Commercio, che lo pubblicherà sul Registro dei Protesti. Nell’ipotesi di rigetto da parte del tribunale, l’interessato potrà, poi, proporre ricorso in Corte d’Appello. Nel termine di dieci giorni dal diniego.

Ecco, dunque, come fare per avere presto la riabilitazione ad emettere assegni dopo un protesto e sentirsi di nuovo “bancabili”. Una volta ottenuta la riabilitazione, infatti, il protesto si considera come mai avvenuto. Consentendoci, quindi, di ritornare nel mondo degli scambi commerciali puliti e riabilitati.

Approfondimento

Come verificare se protestati in modo veloce e semplice? Come cancellare un protesto?

Le video guide di PdB - Iscriviti al nostro canale per seguire i nostri eventi e format

Consigliati per te