Come fare le crepes soffici e senza grumi con 6 trucchi astuti spiegati da chi le inventate

Le crepes sono una delle specialità made in France che hanno conquistato maggiormente noi italiani. Semplici e veloci, salate o dolci, arrotolate o solo ripiegate, questa sfoglia di latte e uova è una ricetta che tutti potrebbero preparare. Dai grandi chef, alle nostre mamme fino agli studenti che per la prima volta si cimentano ai fornelli, le crepes sono una pietanza per tutti. Il fatto però che sia una ricetta economica e rapida, non comporta che sia esente da alcune insidie. In questo articolo sveleremo 6 trucchi imperdibili per cucinare delle crepes come le preparano nei bistrot francesi.

Come fare le crepes soffici e senza grumi con 6 trucchi astuti spiegati da chi le inventate

Gli chef francesi hanno finalmente svelato alcuni trucchi per realizzare una delle ricette che li rendono tanto fieri. A dire il vero ne hanno ben donde, visto che la leggerissima sfoglia d’uovo dà un tocco in più a innumerevoli preparazioni.

Vediamo però alcuni trucchi da tenere sempre presenti.

Come evitare la formazione di grumi

Oltralpe si è soliti preparare due ciotole. In una vengono messi gli ingredienti in polvere setacciati mentre nella seconda quelli liquidi. Il trucco è usare il latte tiepido in modo da far sciogliere la farina più rapidamente. Incorporare poi i liquidi, facendo cadere a filo e continuando a mescolare. Se comunque dovessimo riscontrare dei grumi, passiamo l’impasto al setaccio prima di metterlo a riposo.

Come capire se la pastella ha la giusta consistenza

In Italia per capire la consistenza esatta degli impasti, come sappiamo, facciamo la prova del piattino. In Francia invece si è soliti immergere il manico di un mestolo in legno nella pastella e far scorrere il dito lungo il manico. Se rimane delineata la linea che abbiamo tracciato con il dito, l’impasto è ottimo né troppo liquido né troppo denso.

Come capire se la padella è calda abbastanza

Vediamo ora un rapido trucchetto per capire se la piastra o il tegame abbiano raggiunto la giusta temperatura. Prima di far colare l’impasto occorre scaldare la superficie su cui cuoceremo le crepes. La temperatura adatta è di 200°. Possiamo verificare che sia stata raggiunta la giusta temperatura, versando due gocce di acqua. Se queste gocce formeranno delle palline che inizieranno a muoversi freneticamente, la temperatura sarà giusta. Possiamo quindi passare ad ungerne la superficie spennellandola con olio di semi o burro.

Se riscaldiamo le crepes, ecco come evitare l’effetto cartone

Le crepes si possono tranquillamente conservare per il giorno dopo. Se, però, le riscaldiamo in padella, rischieremmo l’effetto “cartone” perdendo tutta la morbidezza.  Per mantenerle soffici e spumose come appena preparate, si consiglia di scaldarle a bagnomaria. Prepariamo una pentola piena di acqua, mettiamoci sopra un piatto di ugual misura che resista al calore. Disponiamo le crepes una sopra all’altra e richiudiamo con un secondo piatto. Usiamo sempre le presine o i guanti da forno per maneggiare i piatti.

Come congelare e conservare correttamente le crepes

Se vogliamo consumarle entro le 48 ore allora potremmo mettere la pastella in frigorifero. In alternativa potremo congelarla in freezer e conservarla per un mese. Il modo più semplice per mantenere la pastella al meglio è metterla in una bottiglia di vetro. In questo modo potremo agitarla e avere un impasto mescolato alla perfezione, come appena preparato.

Ecco spiegato come fare le crepes soffici e senza grumi con 6 trucchi astuti spiegati da chi le inventate.

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo le abitudini alimentari ed eventuali intolleranze dei nostri lettori e per questo motivo si raccomanda di rivolgersi al proprio medico riguardo a cibi che potrebbero causare danni alla propria salute. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te