Come fare la polvere di peperoncino per avere il piccante sempre a tavola

C’è chi sostiene che il peperoncino possegga incredibili qualità benefiche. E coloro che amano il piccante ne approfittano, aggiungendo questa spezia in ogni preparazione. Crudo, secco, sott’olio, in crema o in polvere. Il peperoncino viene facilmente lavorato e trasformato.

In tal modo, è possibile conservarlo e utilizzarlo in modi diversi.

Un metodo capace di conservarne perfettamente le caratteristiche è la trasformazione in polvere. Per chi desidera avere il peperoncino pronto all’uso tutto l’anno, oppur per chi si diletta con le conserve: ecco come fare la polvere di peperoncino per avere il piccante sempre a tavola. Essiccare il peperoncino e ricavarne la polvere piccante non richiede alcuna fatica. Anzi, potrebbe rivelarsi una pratica molto interessante e utile.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Oil Free Fryer, la vera friggitrice ad aria

Scopri il prezzo lancio

Friggitrice Fryer

L’essiccazione

Innanzitutto, sarà necessario acquistare dei peperoncini di nostro gradimento. Il grado di piccantezza dipende sempre dai gusti, cercando di scegliere un prodotto di qualità. L’essiccazione è il secondo passaggio importante. Questa può avvenire in due modalità diverse: la prima richiede l’aiuto del sole.

Se si abita in una zona abbastanza calda, spesso bagnata dai raggi del sole, questo è il metodo più giusto. Infatti, il procedimento avverrà in modo del tutto naturale. Ci si dovrà procurare un canniccio o una stuoia su cui poggiare i peperoncini. Ciò permetterà la traspirazione della spezia durante l’essiccazione. In più, ci si dovrà procurare un’altra rete più leggera per coprirli e proteggerli. Si procede tagliando i peperoncini a metà e riporli sulla rete. Un consiglio è di usare sempre dei guanti nel compiere l’operazione.

Il secondo metodo, invece, prevede l’uso del forno. Il procedimento è un po’ lungo e dispendioso dal punto di vista energetico. Ci vorranno 8-9 ore di essiccazione dei peperoncini, posti su una teglia, in forno ventilato a 45°C.

Come fare la polvere di peperoncino per avere il piccante sempre a tavola

Una volta che l’essiccazione è stata raggiunta, si procede con la polvere. Indossando dei guanti, bisogna eliminare dal peperoncino i semi e il picciolo. In un mixer (o macina caffè), frullare i peperoncini puliti fino al raggiungimento della giusta consistenza.

L’ultimo passaggio prevede che la polvere sia setacciata. Questa può essere conservata in un barattolo di vetro con coperchio. Per il luogo, è preferibile sia asciutto e non esposto ai raggi solari. Anche una busta per surgelare può essere una buona soluzione.

 

Approfondimento

Come conservare la radice di zenzero più a lungo e sempre fresco

Consigliati per te