Come fare l’ISEE 2021 senza fare la fila al CAF

Come fare l’ISEE 2021 senza fare la fila al CAF. Questa guida di ProiezionidiBorsa illustra le modalità per la compilazione del modello ISEE online.

Tramite questo sistema è possibile evitare le code infinite agli sportelli sul territorio. Tutto ciò in un momento in cui i tempi per sbrigare le pratiche burocratiche si sono allungati oltremisura a causa della pandemia. Prima di vedere quali  sono i passaggi necessari, ricordiamo che la presentazione del modello ISEE è totalmente gratuita.

Come fare l’ISEE 2021 senza fare la fila al CAF

Per prima cosa, è necessario aprire il sito dell’INPS. Nello specifico, digitiamo la voce “ISEE post riforma 2015” sul motore di ricerca. Dunque, cerchiamo la voce “compilazione della dichiarazione sostitutiva unica” (DSU). A questo punto si dovrà procedere all’autenticazione sul sito.

Questa sarà possibile grazie a quattro diverse opzioni. In primo luogo, si può accedere tramite l’inserimento del PIN rilasciato dall’INPS. Quest’ultimo è abbinato al codice fiscale del dichiarante. In alternativa, si possono inserire i dati dello SPID, della Carta d’Identità Elettronica o della Carta Nazionale dei Servizi. Ad ogni modo, sulla maschera della voce “autenticazione”, si possono reperire le informazioni dettagliate per l’accesso.

Cosa indicare nella DSU

Dopo aver spuntato la casella sull’informativa del trattamento dei dati è possibile procedere alla compilazione. Quindi, iniziamo con la selezione delle prestazioni sociali desiderate.

Clicchiamo, poi, sulla voce “conferma operazione”. A questo punto, si devono inserire i dati anagrafici di tutti i componenti del nucleo familiare.

Nell’espletamento di questo passaggio occorre indicare lo status del singolo componente. Quindi si dovrà selezionare la voce “rapporto con il dichiarante” e scegliere tra le varie opzioni: “coniuge”, “figlio” ecc. A questo punto, occorre dichiarare i redditi di tutti i membri del nucleo familiare.

Inseriamo, dunque, la giacenza media dei conti correnti, le carte prepagate intestate e i redditi patrimoniali. Si procede, poi, alla dichiarazione di altri beni del patrimonio mobiliare. Tra questi figurano, ad esempio, le polizze vita e i buoni fruttiferi. Naturalmente si dovranno indicare anche i dati degli immobili posseduti. Anche gli estremi del contratto devono essere dichiarati se si è titolari di contratti di locazione (o altro tipo).

I tempi per ottenere l’attestazione ISEE

Una volta compilati tutti i campi necessari, bisognerà accettare e sottoscrivere la DSU. Il consiglio è di rivedere bene tutti gli elementi inseriti e verificarne la correttezza. Effettuato l’ultimo passaggio, l’INPS provvederà a rilasciare l’ISEE al dichiarante entro dieci giorni dall’invio.

Approfondimento

Reddito di cittadinanza 2021, ecco cosa cambia

Consigliati per te