Come fare a smettere di russare come un trattore con un semplice esercizio da fare 2 volte al giorno, mattina e sera

Russare è un grande problema per molti uomini. Non che sia una prerogativa solo loro, anzi, ma chissà perché è un verbo che viene spesso declinato solamente per la popolazione maschile. Un po’ come lo scoreggiare. Come se le donne non fossero toccate da queste due azioni.

Invece, non è così. O meglio, può capitare di incorrere in entrambi i problemi sia ai maschi che alle femmine. Non è assolutamente questa la discriminante che li crea. È indubbio, però, che soprattutto quando si inizia a dormire con una persona, soprattutto un partner, sia abbastanza importante sapere di non russare. Questo per non creare situazioni di imbarazzo. Certo, se chi ci dorme di fianco è un individuo dal sonno pesante, ecco che molti problemi svanirebbero prima di nascere. Ovviamente, però, non possiamo saperlo prima.

Di sicuro, sappiamo che ci sono alcune cause a provocare i fastidiosi rumori notturni. Pensiamo a questo periodo e subito ci vengono in mente raffreddori, allergie e sinusiti. Non solo, però, perché anche alimentazione, vizi come il fumo o l’alcol e stili di vita non consoni possono fare la loro parte.

Se il problema si riscontra molto spesso, si suggerisce di rivolgersi a uno specialista per capirne le cause. Altrimenti è possibile risolverlo con alcuni accorgimenti. Uno di questi andremo a descriverlo tra poco.

Come fare a smettere di russare come un trattore con un semplice esercizio da fare 2 volte al giorno, mattina e sera

Teniamo come punto fermo il fatto che bisognerebbe stare sempre attenti a cosa si mangia di sera, prima di andare a dormire. Ciò nonostante, non è comunque detto che tenere un buon regime alimentare allontani il problema. A volte i problemi possono anche essere provocati da una particolare configurazione del naso o della bocca.

Esiste, tuttavia, un esercizio che può aiutare a smettere di russare. Abbastanza semplice da svolgere, si può eseguire sia al risveglio sia prima di coricarsi. Si tratta di una sorta di masticazione simulata. Muovere per cinque minuti le mandibole come se si stesse mangiando. Non solo su e giù, ma anche da destra a sinistra e viceversa.

Una volta fatto questo, possiamo procedere con la seconda parte dell’esercizio. Ovvero l’emissione di alcuni suoni, in particolare quelli che formano le vocali. Quindi A, E, I, O, U. Possiamo fare un minuto per ogni vocale. Così facendo, per 10 minuti al giorno, andremo a rinforzare tutti i muscoli facciali che contribuiranno a impedirci, per quanto possibile, di emettere rumori fastidiosi durante il sonno.

Ecco come fare a smettere di russare come un trattore grazie a un accorgimento da tenere sia al mattino, al risveglio, che alla sera. Il rinforzo di questi muscoli impedirà che si rilassino troppo, portandoci poi a fare quel verso che tutti quanti temiamo.

Approfondimento

Come smettere di russare con alcuni facili trucchetti che tutti possiamo imparare

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo e non si sostituiscono in alcun modo al consulto medico e/o al parere di uno specialista. Non costituiscono, inoltre, elemento per la formulazione di una diagnosi o per la prescrizione di un trattamento. Per questo motivo si raccomanda, in ogni caso, di chiedere sempre il parere di un medico o di uno specialista e di leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te