Come farcire la treccia salata senza usare salame e formaggio

treccia

Con l’avvicinarsi dell’inverno, non ci pesa più troppo preparare delle ricette al forno. Anzi, un po’ di calore non ci dispiace in questa mezza stagione. Ma invece di preparare solo pizza e torte salate di varia natura, potremmo cimentarci nella preparazione di una gustosa treccia salata.

Per farcirla possiamo sbizzarrirci. Diciamo basta al solito condimento con sale e formaggio e realizziamo una versione ancora più saporita e audace, per accogliere l’inverno con lo spirito giusto.

La prelibatezza di pan brioche

La treccia è una preparazione originaria della regione di Berna, che ancora oggi è considerata la madre di questa specialità, diventata anche patrimonio culinario svizzero. Le sue origini sono dolci, molto simili al pan brioche, ma la treccia ha una valenza simbolica importante. Rappresenta forza e virtuosismo. E se dovesse seccarsi per nostra incuria, possiamo sempre usare la tecnica per recuperare il pane secco e gustarla al suo stato originale.

Come riempire e farcire la treccia salata

Per preparare questa versione gourmet della treccia salata ci serviranno:

  • 150 g di farina 00;
  • 350 g di farina di tipo 0;
  • 320 g di acqua;
  • 10 g di sale;
  • 10 g di lievito di birra fresco.

Per la farcitura, invece, ci occorreranno:

  • 200 g di pesto alla genovese;
  • 150 g pomodori secchi sott’olio;
  • 100 g di caciocavallo stagionato;
  • olio EVO q.b.;
  • pepe nero q.b.

Se abbiamo un’impastatrice, mettiamo tutti gli ingredienti per l’impasto, avendo cura di sciogliere il lievito in un po’ dei 320 g di acqua che ci serviranno. Seguiamo i tempi della nostra impastatrice, altrimenti lavoriamo l’impasto a mano, fino a che non sarà compatto e liscio.

Lasciamo il nostro panetto a lievitare per almeno 3 ore. Una volta lievitato, stendiamolo con un mattarello a formare un rettangolo di circa 50×30 centimetri. Versiamo il pesto su tutta la superficie, aggiungiamo i pomodori secchi e grattugiamo la maggior parte del caciocavallo (ne dovremo tenere un po’ da parte per cospargerlo prima di infornare).

A questo punto, arrotoliamo l’impasto dal lato lungo. Tagliamo a metà per lungo il salsicciotto che avremo ottenuto e intrecciamo stringendo bene i lembi e rimboccando gli estremi. Disponiamo la treccia su una teglia e lasciamo lievitare per altri 30 minuti.

Riscaldiamo il forno in modalità statica a 180°C, spolverizziamo con il caciocavallo e il pepe e inforniamo per una buona mezz’ora, o fino a doratura. Lasciamo raffreddare e voilà. La nostra treccia gourmet è pronta da gustare. Possiamo dire addio ai soliti banali condimenti, perché ora sappiamo come farcire la treccia salata per far impazzire tutta la famiglia.

Lettura consigliata

La ricetta proteica del cous cous perfetta per la dieta

Si invita a leggere attentamente le Avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»

Consigliati per te