Come far riprodurre la bouganville per talea in terra e moltiplicarla il più possibile per riempire balconi e giardini

La bouganville è una pianta originaria dell’America del Sud. Appartiene alla grande famiglia delle Nyctaginaceae e conta un vasto numero di varietà: ben quattordici. Ha bisogno di molto sole per la sua fioritura, che regala una sterminata quantità di coloratissimi fiori.

Farla riprodurre per talea è un buon modo per averne di più riducendo i costi. Abbiamo già scritto di questa tecnica in riferimento all’ortensia. Consiste nell’asportare una piccola parte della pianta madre e inserirla in un vaso o immergerla in acqua. Grazie alle doti rigenerative caratteristiche degli organismi vegetali, la talea metterà radici e piano piano si tramuterà in un nuova pianta.

Non è detto che la talea vada a buon fine. Anzi, spesso è difficile che attecchisca. Per aumentare le possibilità che lo faccia, bisogna scegliere il periodo giusto per effettuare la talea e usare degli ormoni rampicanti (abbiamo trattato più approfonditamente l’argomento in una nostra precedente guida). Ecco come far riprodurre la bouganville per talea in terra e moltiplicarla il più possibile per riempire balconi e giardini.

Il periodo migliore per farlo

C’è chi dice che la bouganville può essere ricavata in due diversi periodi: in inverno o in estate, quando l’estate si avvicina alla fine.

Più precisamente, però, c’è da tenere conto della propria zona geografica di appartenenza. Nell’estremo Sud della nostra Penisola è bene procedere a inizio febbraio. A Centro-Sud lo si fa in primavera e nel Settentrione tra aprile e maggio.

Come far riprodurre la bouganville per talea in terra e moltiplicarla il più possibile per riempire balconi e giardini

I rami da prelevare devono sempre essere rami con gemme e cioè non ancora fioriti, ma prossimi a farlo. La talea deve essere rimossa dalla pianta madre usando una forbice sterilizzata e ben affilata. È importante che il taglio sia netto, affinché il ramo non si sfilacci, e che venga effettuato in senso obliquo per avere una maggiore superficie di radicazione. Le foglie basali devono essere rimosse.

Una volta fatto questo, se si vuole effettuare una talea in terreno bisogna procurarsi un vaso in cui disporre un substrato composto da una miscela in parti uguali di torba sabbia. Andrà irrigato quotidianamente, in modo tale che sia sempre umido. L’acqua deve essere a temperatura ambiente non calcarea.

Idealmente, il vaso deve avere un diametro di sette centimetri e la talea deve essere interrata per 2/3 della sua lunghezza. Non resta che mettere il vaso con la talea al riparo dopo averlo coperto con un foglio di plastica trasparente. Quando la talea mostrerà i primi germogli, spostarla in un luogo più luminoso e rimuovere la plastica. Dopo tre mesi, se tutto sarà andato bene, si potrà effettuare il trapianto della bouganville.

 

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo i comportamenti dei nostri lettori nei confronti di utensili presenti in casa o in giardino. Per questo motivo si raccomanda di utilizzare la massima cautela ed attenzione con attrezzi per la casa e il giardino per evitare di creare spiacevoli incidenti. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te