Come evitare di incorrere negli acciacchi provocati da aria condizionata e godere comunque della sua frescura rigenerante

Il caldo ci distrugge. Affaticamento, spossatezza, disturbi del sonno, inappetenza sono i fastidi più frequenti cui andiamo incontro, in questo periodo dell’anno. Chi non è potuto andare in vacanza al mare o in montagna, adesso probabilmente è a casa o in ufficio con il condizionatore puntato addosso.

Nonostante il condizionatore sia una salvezza per molti, però, bisogna tener presente i rischi che comporta se non se ne fa un uso corretto. La nostra Redazione oggi darà delle dritte ai suoi Lettori su come usarlo nel modo giusto, senza incorrere in spiacevoli inconvenienti.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Aloe Vera Slim, l'integratore naturale che ti fa perdere peso velocemente

SCOPRI IL PREZZO

Spirulina

Come evitare di incorrere negli acciacchi provocati da aria condizionata e godere comunque della sua frescura rigenerante

L’aria condizionata è una vera salvezza in questo periodo dell’anno. In alcune regioni italiane, i termostati stanno raggiungendo picchi altissimi e anche solo respirare diventa faticoso. Non solo, anche il tasso di umidità è piuttosto alto, rendendo l’aria ancor più afosa e pesante. Pertanto, anziani e bambini non possono assolutamente fare a meno del refrigerio di un condizionatore almeno nelle ore più calde.

Detto ciò, però, non bisogna dimenticare gli inconvenienti che può comportare. Non è raro, infatti, usandolo in modo sconsiderato, andare incontro a bronchiti o raffreddori estivi o ancora antipatiche sinusiti. Per non parlare dei problemi articolari e muscolari! È molto comune di questi tempi, trovarsi a combattere con infiammazioni cervicali con conseguenti vertigini, mal di testa e/o torcicollo. Con le dovute precauzioni, però, è possibile evitare questi disagi.

Non siamo Pinguini!

La temperatura non deve mai essere eccessivamente bassa! Per evitare pericolosi sbalzi termici, potremo impostarla circa 6 gradi in meno rispetto a quella esterna. In questo modo godremo del fresco senza correre il rischio di prenderci un raffreddore, tanto più se siamo accaldati. Difatti, passaggi troppo bruschi dal caldo al freddo possono irritare le vie respiratorie. Quando l’ambiente ha raggiunto la temperatura desiderata, si può passare dalla funzione condizionatore a quella deumidificatore. In questo modo manterremo il fresco ottenuto senza correre il rischio di gelarci.

Pulizia periodica dell’impianto

Secondo la Società italiana di Medicina Ambientale, prima di accendere gli impianti bisognerebbe lavare con acqua e sapone liquido i filtri degli split, lasciarli asciugare all’ombra e rimontarli. Dovremmo poi pulire anche le parti esposte degli stessi con un buon igienizzante. Dovremmo ripetere quest’operazione ogni due settimane.

Non sigilliamoci in casa

Infine, per quanto il fresco regalato dal condizionatore sia piacevole, non possiamo sigillarci in casa. É importante arieggiare gli ambienti di frequente, così da evitare il rischio che si accumulino nell’aria sostanze inquinanti, pericolose per la nostra salute.

Adesso sappiamo come evitare di incorrere negli acciacchi provocati da aria condizionata e godere comunque della sua frescura rigenerante, possiamo usare il nostro climatizzatore senza preoccupazioni in particolare per i bimbi ed i loro nonni.

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili QUI»)

Consigliati per te