Come eliminare la puzza della genovese con l’erba aromatica dal profumo unico

Gli odori persistenti del cibo negli ambienti della casa sono piacevoli solo quando si tratta di biscotti e torte. In tutti gli altri casi gli odori forti di cottura rischiano di impregnare la cucina risultando spiacevoli. Non sono poi così cattivi mentre si sta cucinando, ma subito dopo, a fornelli spenti, gli odori della cucina diventano una presenza ingombrante. Nessuno desidera svegliarsi la mattina, per esempio, con gli odori della sera prima nelle varie stanze, oppure ospitare amici a cena in un ambiente impregnato degli odori della cucina.

Il problema ce lo poniamo ogni volta che cuciniamo la genovese, che lessiamo i broccoli, che friggiamo le patatine e così via. E ogni volta ci chiediamo come eliminare la puzza della genovese e gli altri odori. Ecco allora come risolvere il problema con l’erba aromatica dal profumo unico. Un metodo della nonna semplice e applicabile in diversi modi.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Aloe Vera Slim, l'integratore naturale che ti fa perdere peso velocemente

SCOPRI IL PREZZO

Spirulina

Un’erba aromatica, profumata e dalle proprietà preziose

Stiamo parlando della salvia, un’erba alla base in varie cucine in tutto il Mondo. Appartiene alla famiglia della menta, insieme ad altre erbe aromatiche come origano, rosmarino, basilico e timo. La salvia ha un aroma forte e un sapore terroso, motivo per cui viene tipicamente utilizzata in cucina in piccole quantità. Anche così, è ricca di sostanze nutritive e importanti.

Questa erba verde è disponibile fresca, essiccata o sotto forma di olio e ha numerosi benefici per la salute. Tanto per iniziare la salvia è ricca di antiossidanti (Lu Y. et al, 2002), ha proprietà antimicrobiche e può aiutare a ridurre l’intensità e la frequenza dei sintomi della menopausa, come vampate di calore e irritabilità. E ancora, gli studi (Akhondzadeh S. et al, 2003) dimostrano che la salvia può migliorare la memoria e i sintomi del morbo di Alzheimer. È stato inoltre dimostrato che l’assunzione di salvia e prodotti a base di salvia abbassano i livelli di colesterolo LDL “cattivo” e aumentano i livelli di colesterolo HDL “buono”(Sá CM. et al, 2009).

Come eliminare la puzza della genovese con l’erba aromatica dal profumo unico

Torniamo a noi. Il profumo della salvia è molto buono, piacevole e, cosa molto importante, la salvia è un’erba abbastanza resistente, che non ha bisogno di cure eccessive e si conserva facilmente durante l’anno. Se non l’abbiamo ancora in cucina, è il momento di farne scorta.

La salvia, quindi, emana un odore intenso, perfetto allo scopo di profumare la casa ed eliminare i cattivi odori. Un metodo efficace è preparare dei vapori profumati a base di salvia. Prendiamo un pentolino con acqua e aggiungiamo foglie di salvia (per iniziare potrebbero bastarne 4 o 5, molto dipende dall’intensità del profumo desiderata) e portiamo a ebollizione. Spegniamo e la fragranza farà il resto in pochissimi minuti. Possiamo lasciare il pentolino sul fornello, oppure trasferire l’acqua in un barattolo e appoggiarlo su ripiani in altri angoli o in altre stanze.

Se desideriamo un profumo più intenso, aggiungiamo chiodi di garofano oppure fiori di lavanda.

Ecco come eliminare la puzza della genovese con l’erba aromatica dal profumo unico.

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili QUI»)

Consigliati per te