Come dimagrire a tutto pesce

Tempo di vacanze e mare? Come mantenersi in linea? Ecco come dimagrire a tutto pesce.

Se la vacanza è nel Sud dell’Italia, bisogna approfittare per fare la dieta del pesce. Una dieta con pochissime calorie, ad alta digeribilità e davvero poco impegnativa da seguire. Perché qualcosa si bolle in pentola e qualcosa si mette sulla piastra. Senza superare mai le 1300 calorie. Diamo ampio spazio a questo elemento essenziale nell’alimentazione, ricchissimo di nutrienti e di proteine. Il pesce fornisce al nostro corpo tutti gli amminoacidi essenziali, necessari per rigenerare le cellule, regolare il metabolismo e la produzione di ormoni. Ecco il regime da seguire

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Spirulina FIT, il nuovo integratore che fa perdere peso in pochi giorni

SCOPRI IL PREZZO

Spirulina

Come dimagrire a tutto pesce e perchè  è salutare

Omega 3 ed Omega 6, acidi grassi polinsaturi altamente presenti nel pesce riducono i trigliceridi e fluidificano il sangue. Inoltre mantengono in equilibrio la pressione sanguigna e proteggono da invecchiamento ed aterosclerosi. Mentre dimagriamo, la nostra pelle risulterà più elastica e più nutrita. Invecchieremo meno grazie all’azione di zinco, fosforo e selenio, gli antiossidanti top che ci tolgono di torno i radicali liberi. E alimentiamo la produzione di tiroxina, un ormone prodotto dalla tiroide che provoca caduta di capelli, debolezza fisica e depressione.

Quale tipo di pesce mangiare?

Dimagrire a tutto pesce. Ma quale preferire? Innanzi tutto, scegliamo quello più sano. I pesci provenienti dal Mar Mediterraneo sono da preferire a quelli in arrivo da mari freddi. Che risultano essere maggiormente contaminati, in quanto le basse temperature non permettono una veloce evaporazione delle sostanze tossiche. I pesci più piccoli sono sempre meno contaminati dall’inquinamento. In secondo luogo, scegliamo quello più fresco. Invece di comprare i filetti, approfittiamo di questa dieta per imparare a comprare il pesce intero più fresco. Bisogna osservarlo bene, per non prendere fregature Le carni devono apparire elastiche, le squame devono essere ben aderenti. Il corpo deve risultare rigido, gli occhi ben sporgenti e brillanti. Le branchie devono essere di colore rosso vivo. Il pesce fresco è presentato sul ghiaccio. Si può imparare a pulirlo e tagliarlo con mille tutorial video.

Lo schema settimanale

Dimagrire a tutto pesce. Ma ogni giorno un dolce avvio: caffè d’orzo e 30 grammi di biscotti ai cereali. A metà mattina un vasetto di yogurt magro. A mezzogiorno zucchine trifolate e salmone affumicato, oppure risotto ai frutti di mare e fagiolini. Variare nei giorni a seguire con 50 grammi di spaghetti alle vongole o spiedini di pesce e insalata mista. Sempre perfetti alamari ripieni e finocchi julienne. Per i fanatici della pasta corta, va condita (sempre 50 grammi) con tonno e pomodoro o con cozze e zucchine, seguita da melanzane e insalata o da finocchi gratinati.

Come dimagrire a tutto pesce

Tutti i giorni è obbligatoria anche un’altra dolce pausa: la merenda, con 200 grammi di frutta fresca di stagione. Per non arrivare troppo affamati a cena, dove si parte con una minestra di verdure, seguita da 120 grammi di sogliola alle erbe preparata al forno con pangrattato, aglio, limone e spezie. Oppure da una scelta tra nasello con pomodorini, impepata di cozze e insalata mista. Altra scelta: branzino al cartoccio e insalata, insalata di polpo e insalata con carote e sedano. Se proprio si vuole, pizza con i frutti di mare. Oppure sarde alla piastra anticipate da minestrone di verdura.

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili qui»)

Consigliati per te