Come difendersi se l’inquilino non va via dopo lo sfratto

Con l’ordinanza di convalida dello sfratto il Giudice fissa una data entro cui l’inquilino deve lasciare l’immobile. Non è detto però che l’inquilino obbedisca spontaneamente. Come difendersi se l’inquilino non va via dopo lo sfratto e tiene l’immobile occupato?

La cosa da fare è una sola e consiste nell’avviare un procedimento di esecuzione verso l’inquilino stesso. L’esecuzione serve a realizzare in modo coattivo, diciamo con la forza, quello che l’inquilino non ha voluto fare da solo. Bisogna arrivare a far intervenire la Forze Pubblica in modo che lo sgombero sia effettivo. Il creditore proprietario dell’immobile deve, tramite il suo avvocato, notificare all’inquilino un atto di precetto con il quale gli preannuncia la sua intenzione di sgomberare coattivamente l’immobile. Dopo 10 giorni dalla notifica di questo atto, se ancora l’inquilino non è andato via, si procede con l’esecuzione coattiva vera e propria. La chiamata delle Forze dell’Ordine avviene tramite gli Ufficiali Giudiziari.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Oil Free Fryer, la vera friggitrice ad aria

Scopri il prezzo lancio

Friggitrice Fryer

Come difendersi se l’inquilino non va via dopo lo sfratto

Purtroppo è proprio in questa fase della procedura che lo sfratto manifesta ed accumula i maggiori ritardi.

L’esecuzione materiale dello sfratto

Infatti le Forze dell’Ordine non hanno come unico compito quello di eseguire gli sfratti facendo uscire coattivamente gli inquilini dagli immobili. Quindi quando l’avvocato del proprietario porta gli atti agli Ufficiali Giudiziari dovrà poi aspettare che il proprio sfratto possa essere inserito in un giorno ed un’ora ci sia la Forza Pubblica sia disponibile ed assegnata a questo servizio. Con l’intervento materiale della Polizia l’inquilino verrà materialmente costretto ad uscire.

Portare il fabbro per cambiare la serratura

È importante ricordare che il proprietario, il giorno dell’intervento della forza pubblica, deve presentarsi presso l’immobile con un fabbro. Così potrà far cambiare immediatamente la serratura ed impedire che l’ex inquilino occupi abusivamente l’immobile. Inoltre quando l’inquilino lascia l’immobile deve portare via ogni cosa di sua proprietà. Deve infatti lasciare l’immobile nelle condizioni, e con le dotazioni, di cui era provvisto quando l’affitto è cominciato.

Consigliati per te