Come conservare tutte le erbe aromatiche in modo davvero perfetto

Dall’alloro al basilico, e passando per la menta, come conservare tutte le erbe aromatiche in modo davvero perfetto? In verità ci sono tanti metodi e tante tecniche per conservare le erbe aromatiche e per averle sempre pronto uso in cucina. Dal congelamento all’essiccazione, e passando per la conservazione sott’olio, oppure andando a mettere semplicemente tutte le erbette in un barattolo.

Ecco come conservare tutte le erbe aromatiche in modo davvero perfetto

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Spirulina Fit, l'integratore naturale che ti fa perdere peso velocemente

SCOPRI IL PREZZO

Spirulina

Nel dettaglio, la tecnica di essiccazione delle erbe aromatiche è tra le più antiche, ed è pure la più efficace per fare in modo che i germi restino lontani. L’essiccazione può avvenire naturalmente, sfruttando la luce del sole, per poi trasferire l’erba aromatica in barattoli asciutti o di latta dotati di chiusura ermetica.

In questo modo in cucina tutto l’anno le erbe aromatiche non mancheranno mai in cucina per dare aroma, profumo e sapore ai cibi. Ma a patto di tenere i barattoli sempre in aree non solo prive di sbalzi termici, ma pure fresche, asciutte e scarsamente illuminate.

Dalle erbe alle spezie, il peperoncino si conserva a lungo sott’olio

Ci sono poi erbette e spezie che, oltre che essiccate, si possono conservare a lungo pure sottolio. È il caso del peperoncino. Per esempio, i peperoncini piccanti freschi possono essere messi e possono essere conservati sott’olio dopo averli fatti riposare prima in una ciotola con il sale fino, e poi dopo averli immersi nell’aceto. Per poi trasferirli, dopo averli strizzati, in vasetti sterilizzati coprendo fino all’orlo con l’olio di oliva extravergine di oliva.

Come congelare le erbette aromatiche, l’esempio classico del basilico

Per lunghi periodi di conservazione, si può optare pure per il congelamento delle erbe aromatiche. Per esempio, su come mettere correttamente nel freezer il basilico basterà leggere questo articolo. In questo modo sarà infatti possibile avere a disposizione il basilico, come fosse sempre fresco, anche d’inverno.

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili qui»)

Consigliati per te