Come conservare l’uva più a lungo con questi trucchetti veloci della nonna che non tutti sanno

Settembre apre le sue porte e senza indugi accoglie tutti i nuovi prodotti che la natura offre in autunno.
Tra le ricchezze della Terra non possiamo non citare l’uva. Una vera protagonista nello scenario settembrino che riscuote grande successo tra gli adulti e i bambini. Senza contare che l’uva rende magica la vendemmia. Un momento unico in cui l’uva raccolta viene vinificata.

Ricca di carboidrati e proteine, l’uva contiene anche molte altre sostanze utili per l’organismo come vitamine, ferro e potassio.
Per le sue caratteristiche, a questo frutto viene associato anche un’azione antiossidante e antinfiammatoria. Inoltre, aiuta a combattere l’invecchiamento, a controllare la glicemia e a contrastare il declino cognitivo. Dunque, oltre a conquistare per il suo gusto è anche un ottimo sostegno per la salute.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Aloe Vera Slim, l'integratore naturale che ti fa perdere peso velocemente

SCOPRI IL PREZZO

Spirulina

Per questi motivi, è importante sapere come conservare al meglio i grappoli d’uva appena acquistati, così da poter goderne il più possibile.

Come conservare l’uva più a lungo con questi trucchetti veloci della nonna che non tutti sanno

Parlare di uva significa nominare tantissime varietà differenti. Bianca, rossa e nera. Con i semi e senza semi.
Tra le più comuni in Italia, sicuramente spicca quella bianca. Una prelibatezza dagli acini grandi, una buccia colorata di giallo e un sapore intenso e fresco. Tuttavia, in circolazione troviamo moltissime varietà e tutte di ottimo aspetto.

Ciò che in pochi sanno, però, è che non basta acquistare l’uva e portarla a casa per assicurarsi un gusto eccezionale. La conservazione dell’uva è importante per evitare sprechi di prodotto e di denaro prezioso. Dunque, ora cerchiamo di capire come conservare l’uva più a lungo con questi trucchetti veloci della nonna che non tutti sanno.

Le idee furbe

Per conservare l’uva in frigo, si consiglia di avvolgerla in un foglio di carta di giornale che ne rallenterà l’ossidazione.

Inoltre, questo alimento non va conservato a contatto con altri frutti o cibi.

Un piccolo trucchetto per non farla marcire prima del previsto, è quello di lavare l’uva solo prima di servirla e mangiarla e non prima.

Attenzione, poi, a congelarla. Tra i metodi di conservazione appare anche questo, ma in freezer potrebbe perdere la compattezza e anche il sapore.

Esistono, poi, diversi modi per conservare l’uva in cucina. Ad esempio, sarà possibile preparare un’ottima confettura, oppure una crostata alla frutta sensazionale, o ancora l’uva secca o sciroppata.

Non tutti sanno che l’uva si conserva, in modo ottimale, anche in vetro. Basterà lavare gli acini e posizionarli in un contenitore di vetro con la chiusura ermetica. Cospargere l’uva con un cucchiaio di zucchero semolato e chiudere il contenitore. Infine, far bollire in una pentola piena d’acqua per circa 30 minuti. In questo modo, l’uva potrà durare anche tutto l’inverno.

L’uva può essere conservata anche sotto spirito. Basterà staccare gli acini, ricordando di lasciare anche un pezzetto di picciolo. Infilare tutto in un barattolo in vetro a chiusura ermetica. Poi, aggiungere una manciata di chiodi di garofano o un bastoncino di cannella. Successivamente, unire anche un cucchiaio di zucchero e riempire il contenitore di alcool a 90°, oppure utilizzare una grappa di qualità. Chiudere bene il barattolo e attendere circa 2 mesi prima di poter degustare questo sfizioso bocconcino di bontà alcolica.

Approfondimento

Ecco come conservare i limoni buoni e freschi per 6 mesi con 1 semplice trucchetto

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili QUI»)

Consigliati per te