Come conservare le castagne per averle fresche il più a lungo possibile

Le castagne sono considerate le regine dell’autunno. Non a caso diversi modi per cucinarle e sono l’ingrediente di molte ricette di questa stagione: tra dolci (qui la ricetta di un dolce tradizionale) oppure primi e secondi piatti in cui si usano come condimento. Sono persino un ingrediente per preparare un liquore fatto in casa da servire come digestivo al termine di un pasto.

Per poterle avere fresche a lungo e utilizzarle in diverse preparazioni è importante sapere come conservarle in modo che restino il più buone possibile.

Congelare le castagne fresche è il miglior modo per conservarle

Vediamo come conservare le castagne per averle fresche il più a lungo possibile. Il primo passo è quello di lavarle e asciugarle con cura. Praticare dunque un’incisione col coltello sul lato lungo di ogni castagna e riporle in dei sacchetti per il congelatore e quindi metterle al suo interno. Lì si conserveranno per diversi mesi e saranno sempre pronte ad essere riutilizzate in diverse ricette, proprio come se fossero ancora fresche.

Come conservare le castagne per averle fresche il più a lungo possibile: anche le castagne lesse o le caldarroste devono andare nel congelatore

Ma solo una volta che si saranno completamente raffreddate. Il procedimento è lo stesso, solo che in questo caso vanno anche completamente sbucciate. Potranno restare nel congelatore per metà anno.

E con quelle appena raccolte e crude?

Si procede con la cosiddetta curatura in acqua. Subito dopo avere raccolto le castagne, bisogna metterle in una bacinella piena di acqua. Attenzione, perché i frutti che rimarranno a galla devono essere buttati. Vuol dire che non sono buoni. La bacinella andrà svuotata e riempita per metà ogni giorno per quattro giorni. Dal quinto giorno in poi fino al nono andrà invece completamente sostituita. Dopo nove giorni di ammollo, finalmente potranno essere scolate e lasciate su un vassoio ad asciugare per due giorni.

Un procedimento lungo, ma ne vale la pena seguirlo se si vogliono avere delle castagne il più fresche possibile anche con il passare del tempo. Andranno conservate in un luogo fresco e asciutto, dove potranno restare per tre mesi di tempo.

 

 

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo le abitudini alimentari ed eventuali intolleranze dei nostri lettori e per questo motivo si raccomanda di rivolgersi al proprio medico riguardo a cibi che potrebbero causare danni alla propria salute. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te