blank

Come conservare la pastiera napoletana per giorni e averla sempre fresca e fragrante

Il periodo pasquale è il momento in cui tradizionalmente si prepara la famosissima pastiera napoletana. Dolce partenopeo per eccellenza, la pastiera è oggi famosa in tutta Italia e nel mondo. Un appuntamento a tavola con la pastiera è una tradizione a cui pochissimi sanno rinunciare, e spesso la pastiera viene condivisa con amici e parenti e sparisce in un batter d’occhio. Se però abbiamo abbondato con le dosi e ci avanza della pastiera a casa, come possiamo conservarla nella maniera corretta? Per mantenere il suo sapore è importante che la pastiera non diventi secca e stantia, ma conservi la sua fragranza, morbidezza, profumo e sapore.

Vediamo quindi come conservare la pastiera napoletana per giorni e averla sempre fresca e fragrante

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Spirulina FIT, il nuovo integratore che fa perdere peso in pochi giorni

SCOPRI IL PREZZO

Aloe Vera

Non occorre metterla in frigo

Se abbiamo intenzione di consumare la pastiera nel giro di 5 o 6 giorni, possiamo tranquillamente tenerla fuori dal frigo. Il frigo rischierebbe di renderla troppo molle, e potrebbe rovinare la pasta frolla. Tenendola fuori dal frigo non dobbiamo temere che diventi troppo umida né troppo secca, anche grazie ai canditi interni che regolano il suo grado di umidità. Oltre a tenerla fuori dal frigo, quali regole dobbiamo seguire per mantenere la pastiera buonissima a lungo?
Ecco come conservare la pastiera napoletana per giorni e averla sempre fresca e fragrante.

Lontano da luce e calore, coperta con un panno

Meglio non lasciare la pastiera completamente esposta agli elementi. Non lasciamola sul bancone della cucina, o in un posto dove subisca sbalzi di calore. Teniamola lontano anche dalla luce solare. Come qualsiasi torta, andrebbe naturalmente protetta dalla polvere. A questo scopo, basta coprirla con uno strofinaccio da cucina pulito e traspirante.

Una soluzione molto comoda per tenere la pastiera al riparo e lontano da calore, luce, polvere e urti accidentali è quella di tenerla nel forno, ovviamente spento.

Se la pastiera ci è piaciuta così tanto che vogliamo rifarla, attenzione a non saltare il passaggio importantissimo che molti trascurano per una pastiera napoletana coi fiocchi.

Consigliati per te