Come conservare frutta e verdura in estate? Meglio in frigo o fuori?

Ebbene, iniziamo con dire che il frigorifero non è sempre la soluzione migliore. Si pensi che per alcuni tipi di di frutta e di verdura è preferibile la conservazione a temperatura ambiente o in luoghi freschi e privi di umidità. Ma cerchiamo di rispondere alla domanda: “come conservare frutta e verdura in estate? Meglio in frigo o fuori?”.

Vediamo, a seconda della tipologia, qual è il metodo più corretto di conservazione. Prendiamo in considerazione frutta e verdura di stagione.

Partiamo da patate, aglio e cipolla che in estate, a causa del caldo, tendono a germogliare più velocemente. Quindi, che fare? Certamente, non riporli in frigo! Tuttavia, occorre tenerli lontani da luce e fonti di calore. Sicché, dovremmo collocarli in cantina, oppure nello spazio più fresco della casa. Il tutto, anche utilizzando sacchetti di carta o cassette di legno.

Come conservare frutta e verdura in estate? Meglio in frigo o fuori?

Veniamo ai pomodori, di cui in estate si fa grande uso consumo. Essi si conservano a temperatura ambiente. Infatti, in frigorifero, a causa dell’umidità, potrebbero marcire più rapidamente. Quindi, occorre riporli al riparo dal sole, in un luogo asciutto, in un cesto dove possa passare l’aria, evitando contenitori di plastica.

Anche l’insalata, in estate è un contorno all’ordine del giorno che va conservata, rigorosamente, in frigorifero. Tuttavia, per conservarla al meglio, occorre lavarla in acqua fredda ma non lasciarla in ammollo. Poi scolarla bene e asciugarla con un panno o con una centrifuga per insalate.

Veniamo al frutto più consumato in estate: l’anguria. Questa, se intera, si deve  conservare in un luogo fresco o nella parte meno fredda del frigorifero.

Le fette di anguria, invece, si conservano meglio in frigo, possibilmente tagliandole a cubetti e privandole della buccia.

Per evitare che le banane maturino troppo rapidamente, non bisogna riporle nello stesso cesto delle mele. Queste, infatti, sprigionano gas etilene che ne accelera la maturazione. In estate, possono stare in frigorifero.

Ancor di più, il frigorifero è il luogo ideale per le ciliegie, in quanto ne rallenta la maturazione. Pesche e albicocche, invece, preferiscono la temperatura ambiente fino alla maturazione. Se mature, invece, si devono riporre in frigo e consumare entro pochi giorni.

Il melone intero, allo stesso modo, se maturo, preferisce il frigorifero ma dura un tempo più lungo, ossia circa una settimana.

Infine, zucchine e melanzane sono da lavare solo all’utilizzo e non se riposte in frigo. In alternativa, vanno messe in cantina o in sacchetti di carta.

Approfondimento

Ecco il piatto giapponese del momento gustosissimo e veloce, che fa impazzire letteralmente tutti, anche coloro che non amano il sushi

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo le abitudini alimentari ed eventuali intolleranze dei nostri lettori e per questo motivo si raccomanda di rivolgersi al proprio medico riguardo a cibi che potrebbero causare danni alla propria salute. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riportate QUI»)

Consigliati per te