Come coltivare questi particolarissimi gerani per avere delle vere e proprie cascate di fiori

I gerani sono i fiori più comuni e conosciuti per abbellire e decorare i nostri balconi. Questo perché sono semplici da coltivare e ne esistono di varietà e colori molto diversi. Tra queste molteplici varietà oggi ne vogliamo far conoscere una particolare e bellissima. Quello che vogliamo spiegare oggi è come coltivare questi particolarissimi gerani per avere delle vere e proprie cascate di fiori.

I gerani parigini

I gerani parigini, o gerani edera, sono una particolare varietà di gerani che si distingue per colore e forma dei fiori. I suoi petali sono raggruppati in cinque (anche detti pentapetali) e spuntano dall’apice degli steli ascellari. Questa pianta è originaria del sud Africa e i suoi fiori vanno dal rosa al rosso, dal bianco al porpora e possono essere anche screziati. I gerani edera fioriscono per tutta la durata della primavera e dell’estate. Adesso daremo dei consigli su come coltivare questi particolarissimi gerani per avere delle vere e proprie cascate di fiori.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Spirulina FIT, il nuovo integratore che fa perdere peso in pochi giorni

SCOPRI IL PREZZO

Spirulina

Come coltivarli

Il geranio parigino per vivere bene necessita di un terreno misto e ben drenato. Per prepararlo, ci serviranno sabbia di fiume, terra di bosco e torba. Al fondo del vaso dovremo mettere il materiale drenante e poi sopra la terra. Le piantine per crescere bene dovranno essere posizionate almeno a 30 centimetri l’una dall’altra in modo che abbiamo lo spazio adeguato. Per quanto riguarda l’esposizione, consigliamo di porle in un luogo ben soleggiato, ma non eccessivamente. Se ricevono troppo sole, infatti, le loro foglie potrebbero bruciarsi, mentre potrebbero ingiallire se ne ricevono troppo poco.

Annaffiatura e concimazione

L’importanza di un terreno ben drenato deriva dal fatto che il geranio edera patisce i ristagni idrici facendo marcire le radici. Per questo motivo è importante bagnare le nostre piante quotidianamente ma cercando sempre di non esagerare nelle quantità. La Redazione consiglia di bagnarle quando il terriccio è fresco, dunque al mattino o alla sera. Per assicurarci delle fioriture abbondanti e rigogliose, consigliamo di concimarle con concime specifico a lento rilascio ogni 20 giorni in primavera e in estate.

Approfondimento

I 4 fiori più belli da coltivare per abbellire balconi e terrazzi in primavera.

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili qui»)

Consigliati per te