Come coltivare la lattuga in casa utilizzando gli scarti di un cespo

La lattuga è una verdura molto semplice da preparare ed è spesso presente sulle tavole italiane.
La sua coltivazione, non avviene soltanto con i semi  ma utilizzando anche gli scarti di un cespo. La lattuga è in grado di rigenerarsi dal suo cespo o torsolo, quindi quando verrà pulita e tagliata occorre prestare attenzione a non romperne la base. Il procedimento è molto semplice e adatto anche per chi non ha molta dimestichezza con le coltivazioni delle verdure.
In questo articolo, spieghiamo come coltivare la lattuga in casa utilizzando gli scarti di un cespo.

Come procedere

L’esecuzione di questo tipo di coltivazione è molto semplice e si procede in questo modo: eliminare dal cespo le foglie più esterne. Munirsi di un coltello e tagliare la parte inferiore del cespo, ad una distanza di circa tre cm dal fondo.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Acquista lo smartwatch XW 6.0 con il 50% di sconto

Scopri ora l'offerta

Smartwatch

Procurarsi un piccolo recipiente, dove poter poggiare la base tagliata dall’insalata.
Versare un po’ d’acqua e posizionare il contenitore sul davanzale o in un posto dove possa ricevere abbastanza luce.
Ricordare di cambiare l’acqua tutti i giorni.

Ecco come coltivare la lattuga in casa utilizzando gli scarti di un cespo

Dopo una ventina di giorni, dovrebbero spuntare le nuove foglie. Quando queste saranno abbastanza grandi, trapiantare la piantina di insalata in un vaso con del terriccio e posizionarla accanto ad una finestra o fonte di luce. Non occorre un vaso grande, perché le radici sono poco profonde.
Se si vuole un raccolto abbondante, bisogna scegliere un vaso stretto, ma profondo, in modo da far crescere più cespi.
Si può comprare un vaso in plastica, oppure in terracotta, ma occorre foderarlo con della plastica bucherellata, in modo che possa essere trattenuta l’umidità.
Ricordare che il vaso dovrà avere i fori di drenaggio.
Coltivare l’insalata in casa è una bella soddisfazione perché si sarà sicuri di mangiare una verdura biologica.

Consigliati per te