blank

Come chiudere la PostePay che non si usa più?

Le carte prepagate come la PostePay sono utilissime in molti casi. Che siano state attivate per noi stessi o per i nostri figli, la possibilità di ricaricarle a distanza le rende molto comode. Ma come chiudere la PostePay che non si usa più? Se il nostro desiderio è quello di chiudere la nostra PostePay, possiamo farlo con una procedura molto semplice.

Si ricorda che se si desidera disattivare una carta PostePay che non si trova più, è necessario prima farne la denuncia e il blocco. Solamente in seguito sarà possibile estinguerla.

SCOPRI L'OFFERTA SPECIALE
Acquista ora XW 6.0 dal sito web ufficiale

CLICCA QUI

Smartwatch

Come chiudere la PostePay che non si usa più?

Come dicevamo, il procedimento è veramente facile e l’azione di chiusura della prepagata è gratuita. Per iniziare la procedura bisogna recarsi in un ufficio postale, che può non essere quello in cui abbiamo attivato la PostePay. È necessario avere con sé i propri documenti: documento d’identità in corso di validità, codice fiscale e ovviamente la propria carta prepagata valida.

All’ufficio postale sarà necessario compilare alcuni moduli per la chiusura della PostePay e quindi un operatore la estinguerà. La nostra carta verrà distrutta davanti a noi e ci verrà restituita l’eventuale somma di denaro ancora presente sulla PostePay. Dato che la carta prepagata PostePay ha una valenza di 5 anni, allo scadere dei quali ce ne verrà inviata automaticamente una nuova. Se vogliamo chiudere la PostePay facciamo quindi attenzione alla data di scadenza!

Costi

Al contrario della classica prepagata delle Poste, la PostePay Evolution presenta dei costi di chiusura. Anche in questo caso la procedura non può essere effettuata online, ma è necessario recarsi presso uno degli uffici postali del territorio italiano. Documento d’identità in corso di validità, codice fiscale e la propria carta PostePay Evolution sono necessari per avviare l’operazione.

La procedura all’interno dell’ufficio postale è molto simile a quella della chiusura della PostePay classica. Sarà necessario compilare un modulo e la carta verrà distrutta con noi testimoni. In caso di saldo negativo sulla carta sarà nostro compito versare la differenza, mentre in caso di saldo positivo, incasseremo in quel momento i soldi in eccesso.

Effettuare le operazioni di chiusura occuperà solamente pochi minuti della nostra giornata. Se vogliamo velocizzare il procedimento, si consiglia di utilizzare l’app delle Poste Italiane per prendere appuntamento all’ufficio postale desiderato.

Consigliati per te