Come chiedere il rimborso della somma in caso di acquisti on line, se non viene consegnata la merce

Oramai, la maggior parte degli acquisti che facciamo, avviene tramite internet. Pertanto, è importante conoscere come tutelarci e quali regole vigono a tutela del consumatore. In particolare, ci soffermeremo su come chiedere il rimborso della somma, in caso di acquisti on line, se non viene consegnata la merce. In proposito, è il Codice del Consumo a predisporre la disciplina per i contratti a distanza, tra cui rientrano anche quelli effettuati tramite internet. Esso stabilisce un termine perentorio di 30 giorni, decorrente dal momento in cui è stato trasmesso l’ordine, entro cui il venditore è tenuto ad eseguire l’ordinazione. Detto termine, può essere derogato su accordo delle parti. Sicchè, in caso di mancata esecuzione dell’ordine entro il predetto termine (o quello diversamente pattuito), il venditore è tenuto al rimborso delle somme corrisposte dal consumatore.

Cosa fare se la merce acquistata non sia stata consegnata. Diffida

Dunque, coerentemente con quanto anticipato, trascorsi i 30 giorni, senza che l’ordine sia stato evaso, il venditore deve essere reputato inadempiente. Di conseguenza, il consumatore potrà chiedere la risoluzione del contratto per inadempimento e sarà e legittimato ad agire anche per il risarcimento dei danni. Dunque, la decisione di risolvere il contratto, deve essere fatta mediante l’invio di una raccomandata.

Che aspetti? Scopri il trading coi CFD con iBroker
con una demo gratuita con dati in tempo reale e perfettamente funzionante

Provala subito!

Essa, deve contenere una diffida a consegnare immediatamente la merce acquistata o, in alternativa, la dichiarazione di avvalersi della risoluzione del contratto. Quest’ultima opzione, deve contenere anche l’intimazione al rimborso delle somme, indebitamente trattenute. Dopodichè, se il venditore non provvede al rimborso (compreso, eventualmente il risarcimento e spese legali) neppure entro il termine ulteriormente concessogli, occorrerà adire le vie legali. A tal uopo, potrebbe essere utile chiedere un ricorso per decreto ingiuntivo che consenta, in tempi rapidi, di riottenere le somme corrisposte.

È, tuttavia, necessario, per ottenere la tutela sommaria, aver conservato tutta la documentazione relativa alla compravendita dei beni. Si tratta, in particolare: della email contenti la conferma dell’ordine, gli estratti conto attestanti il pagamento, nonché ogni ulteriore comunicazione inviata. Sempre nell’ottica di come chiedere il rimborso della somma in caso di acquisti on line, se non viene consegnata la merce, si può optare per la tutela penale. In tal caso, viene effettuata una denuncia alle forze dell’ordine, facendo valere il reato di truffa, realizzato on line.

Consigliati per te