Come capire se il gatto è disidratato con questo semplice trucco

Chi possiede un gatto spesso si sarà trovato a domandarsi se beva a sufficienza o no. Infatti, è difficile da capire, ma proprio come per gli umani, è necessario stabilire se il proprio gatto assuma abbastanza acqua per preservare la sua salute e soprattutto la sua funzionalità renale. Oggi vogliamo spiegare come capire se il gatto è disidratato con questo semplice trucco.

Quanto deve bere un gatto?

Il gatto non assume acqua soltanto attraverso l’acqua che beve, ma anche dalla sua dieta. I gatti che mangiano soltanto cibo secco bevono più degli altri, perché le crocchette forniscono un quantitativo molto basso di acqua: si calcola infatti che per 100 grammi di crocchette in media ci siano soltanto 10 millilitri d’acqua. Questi gatti si trovano dunque a bere molto di più di quelli che fanno una dieta mista di cibo umido e secco perché l’acqua fornita dai croccantini non è sufficiente. Il cibo umido, invece, fornisce loro circa il 70% di acqua per 100 grammi di prodotto e dunque, i gatti che mangiano anche questi cibi avranno bisogno di bere molto meno. Ricordiamo, comunque, che è importante dare ai gatti sempre dell’acqua fresca e pulita e cambiarla più volte al giorno.

Come capire se sono disidratati

Il fabbisogno giornaliero di acqua per un felino dipende dall’età, dal speso e dalla sua dieta del micio. In generale, però, si calcola che i gatti abbiano bisogno di circa 60 millilitri d’acqua per chilo di peso corporeo al giorno. Se il gatto non beve abbastanza, rischia di soffrire di disidratazione e subire anche problemi ai reni. È possibile accorgersi se il gatto beve a sufficienza prestando attenzione al suo nasino. Infatti, se il naso del gatto è umido e fresco significa che il gatto sta bene ed è sufficientemente idratato. Ecco, dunque, come capire se il gatto è disidratato con questo semplice trucco. Potremo notare infatti che spesso il gatto, dopo aver mangiato, ha il naso perfettamente idratato.

Approfondimento

Il gatto non si lava più? Potrebbe essere sintomo di qualcosa di più grave

Consigliati per te