Come capire se i funghi sono velenosi o meno?

Raccogliere i funghi per molti è una passione, un vero e proprio rito. Ma bisogna saper riconoscere i funghi commestibili da quelli che non lo sono. E questo anche perché i funghi velenosi spesso sono belli alla vista con i loro colori luccicanti e con le loro forme sinuose. Ed allora, come capire se i funghi sono velenosi o meno?

Al riguardo c’è da dire che tutti coloro che non sono esperti, nel saperli riconoscere, non dovrebbero improvvisarsi a raccogliere funghi in escursioni fai da te nei boschi. In quanto mangiare i funghi velenosi può, in alcuni casi, condurre anche anche alla morte.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Aloe Vera Slim, l'integratore naturale che ti fa perdere peso velocemente

SCOPRI IL PREZZO

Spirulina

Ma vi è di più. Infatti tante sono false credenze che circolano intorno alla distinzione tra funghi commestibili e funghi velenosi. Di conseguenza, è preferibile che chi sia alle prime armi nella ricerca di di funghi non agisca da solo ma operi in compagnia di qualcuno esperto nel riconoscere le varietà commestibili senza pericolo per la salute.

Come capire se i funghi sono velenosi o meno, ecco alcune false credenze

Per esempio, non è vero che tutti i funghi che crescono sotto i castagni sono commestibili. Così come, allo stesso modo, non tutti i funghi dal colore bianco sono commestibili. Un altro falso mito, sulla distinzione tra funghi commestibili e funghi velenosi, è quello relativo alla cosiddetta prova dell’aglio.

Non è vero, infatti, che durante la cottura di funghi velenosi l’aglio diventa scuro. E lo stesso vale per la cipolla. Analogamente, non può dirsi nemmeno che i funghi possano essere ritenuti commestibili soltanto perchè mangiati dalle lumache o da altri animali.

Il fungo è velenoso o commestibile, dunque, solo ed esclusivamente identificando con certezza la corrispondente varietà. Ecco perchè di conseguenza, per quanto detto, sono assolutamente sconsigliate le raccolte di funghi fai da te. Per il cercatore di funghi inesperto evitare una possibile intossicazione non è per niente una mera ipotesi aleatoria. Basti pensare che in natura si contano oltre 100.000 varietà di funghi.

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo e non si sostituiscono in alcun modo al consulto medico e/o al parere di uno specialista. Non costituiscono, inoltre, elemento per la formulazione di una diagnosi o per la prescrizione di un trattamento. Per questo motivo si raccomanda, in ogni caso, di chiedere sempre il parere di un medico o di uno specialista e di leggere le avvertenze riportate QUI»)

Consigliati per te