Come capire con un semplice trucco se è arrivato il momento di cambiare il cuscino per dormire meglio

Dormire bene non significa solo dormire abbastanza ore. Quando ci alziamo dal letto è impensabile affrontare la giornata se la qualità del sonno è scarsa. Magari abbiamo anche dormito 8 ore, ma il letto era scomodo e ci siamo svegliati tutti doloranti.

Un buon materasso e una buona rete a doghe hanno sicuramente il loro peso. Quando acquistiamo un nuovo materasso controlliamo sempre tutte le specifiche. Il materiale, la distanza tra le molle, gli strati di tessuto memory. Ma è altrettanto importante controllare anche questo dettaglio spesso trascurato, la rete.

Come capire con un semplice trucco se è arrivato il momento di cambiare il cuscino per dormire meglio

Abbiamo parlato quindi di materasso e rete, ma cosa dire dei cuscini? Il più delle volte si cambia cuscino solo nell’eventualità di un problema alla cervicale. In quel caso acquistiamo cuscini ortopedici adatti e magari non li cambiamo per anni.

Non potremmo fare errore peggiore, perché anche i cuscini si deteriorano. Il cuscino o il guanciale è spesso trascurato da questo punto di vista. Ci sono persone così affezionate al proprio cuscino che neanche ci pensano a sostituirlo. Ma proprio come materasso e rete anch’essi si usurano con il tempo. Non solo, se non lavati e igienizzati periodicamente diventano un covo di germi e batteri.

Come capire se sostituirlo o meno

Innanzi tutto sarebbe ideale sostituirlo ogni 3 o al massimo 5 anni. Così avremo la garanzia di avere un guanciale non solo pulito ma anche non deformato. Che accompagnerà e sarà di supporto alla nostra testa durante il sonno ristoratore. Ma per capire quali sono effettivamente le condizioni attuali del guanciale ecco un piccolo test.

Si può utilizzare per cuscini in memory foam, microfibra e piuma. Se invece utilizziamo cuscini con imbottiture differenti il test non funzionerà. Allora basterà posizionare il cuscino su un tavolo o una superficie rigida. A questo punto lo pieghiamo a metà e rilasciamo subito la pressione. Se il cuscino torna subito nella forma originale è ancora in ottimo stato. Se lo fa ma ci vuole più tempo o rimane anche solo leggermente affossato è il momento di sostituirlo.

Ecco come capire con un semplice trucco se è arrivato il momento di cambiare il cuscino per dormire meglio. Se il cuscino è ancora utilizzabile ma notiamo delle macchie gialle che non vengono via, non disperiamo. Eliminare quelle fastidiose macchie non è difficile però è importante capire come si possono lavare. Infatti non tutti i cuscini possono andare in lavatrice altri vanno lavati a secco.

Approfondimento

Non ci pensiamo quasi mai ma passiamo tante ore nel letto per questo è importante lavare spesso le lenzuola

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo i comportamenti dei nostri lettori nei confronti di utensili presenti in casa o in giardino. Per questo motivo si raccomanda di utilizzare la massima cautela ed attenzione con attrezzi per la casa e il giardino per evitare di creare spiacevoli incidenti. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te