Come bloccare una persona su WhatsApp

La funzione che non può mancare in nessun social network è quella che consente di bloccare le persone da cui non si vogliono più ricevere messaggi o chiamate. WhatsApp, ovviamente, non fa eccezione.

In questa guida vedremo come bloccare una persona su WhatsApp. Ci sono due procedimenti da seguire, entrambi semplici e intuitivi.

Primo metodo

Il procedimento non differisce a seconda del sistema operativo del cellulare usato. In ogni caso, basta semplicemente aprire la chat della persona che si ha intenzione di bloccare, cliccare sul suo nome e infine su Blocca, per poi confermare se richiesto.

Secondo metodo

Come avevamo anticipato, c’è un altro modo per bloccare un contatto su WhatsApp. Consiste nell’accedere alle Impostazioni dell’applicazione, premere sulla voce Privacy e infine su Bloccati. Fatto ciò, cliccare su ”Aggiungi”. A questo punto, si aprirà una schermata che mostra la propria rubrica telefonica. Non resta che cliccare sul contatto da bloccare.

Come bloccare una persona su WhatsApp senza che se ne accorga?

In molti si pongono questa domanda. È doveroso specificare che WhatsApp non comunica mai il blocco all’utente che lo ha subito. Tuttavia, quest’ultimo può rendersi conto di ciò tramite alcuni indizi.

Proprio per questo, non è possibile bloccare una persona su WhatsApp senza che se ne accorga. Al massimo, si può evitare di ricorrere ad una misura drastica come questa e provare a silenziarne la chat per sempre tramite l’apposita funzione. Per farlo, bisogna seguire questi semplici passaggi:

  • aprire la chat della persona che si ha intenzione di silenziare;
  • cliccare sul suo nome o numero posto in alto;
  • premere su ”Silenzioso”;
  • selezionare l’opzione ”Sempre”.

Ecco, quindi, che non si riceverà più alcuna notifica dal contatto silenziato.

Lettura consigliata

Per visualizzare gli stati su WhatsApp senza farsi vedere, ecco una funzione che in molti usano ignorando serva anche a questo

Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»)

Consigliati per te