Come andare in pensione per chi è disoccupato senza NASPI

Il sistema previdenziale italiano tutela i lavoratori disoccupati attraverso due forme pensionistiche: l’APE Sociale e la Quota 41. La condizione per aderire a queste misure è quella di essere in stato di disoccupazione, e aver terminato la fruizione della disoccupazione indennizzata da almeno tre mesi. Questo requisito è fondamentale; quindi, i Lettori chiedono agli Esperti di Proiezione di Borsa come andare in pensione per chi è disoccupato senza NASPI. Verifichiamo cosa prevede la normativa vigente.

Le possibilità di pensionamento 2021

Chi è disoccupato, ma non ha percepito la NASPI, non può aderire alle forme pensionistiche sopra citate. Invece, è possibile aderire ad altre forme pensionistiche se si hanno i requisiti.

Prestiti 2021

Ecco le Convenzioni, ma non tutti rientrano, perchè?

Verifica subito se rientri

30 - 5051 - 6566+

Clicca sull'età

Prestiti 2021

Ecco le Convenzioni, ma non tutti rientrano, perchè?

Verifica subito se rientri

30 - 50

51 - 65

66+

Clicca sull'età

La panoramica

Le forme pensionistiche esistenti nel 2021 che non richiedono il requisito della NASPI:

a) Quota 100: 62 anni di età e 38 anni di contributi, fino al 31 dicembre 2021;

b) Opzione Donna: per le lavoratrici dipendenti 58 anni di età, mentre per le autonome 59 anni di età, con requisito contributivo di 35 anni. Inoltre, i requisiti (anagrafico e contributivo) devono essere maturati entro il 31 dicembre 2020. L’Opzione donna scade il 31 dicembre 2021.

c) pensione di vecchiaia: 67 anni di età e 20 anni di contributi;

d) pensione contributiva anticipata: 64 anni di età e 20 anni di contributi (il primo contributo deve essere versato dal 1° gennaio 1996 oppure con l’opzione nella Gestione Separata);

e) pensione anticipata: senza requisito anagrafico e solo con il requisito contributivo. In questo caso, per le donne 41 anni e 10 mesi, per gli uomini 42 anni e 10 mesi.

f) la prima deroga Amato: 67 anni di età e 780 settimane (15 anni) di contributi al 31 dicembre 1992. Inoltre, il lavoratore deve essere iscritto alle gestioni speciali INPS per i lavoratori autonomi o al Fondo lavoratori dipendenti;

g) la seconda deroga Amato: 67 anni di età, il lavoratore deve possedere l’autorizzazione INPS dei contributi volontari con data prima del 31 dicembre 1992. Inoltre, è richiesto un requisito contributivo di 15 anni;

h) la terza deroga Amato: 67 anni di età e il primo contributo deve essere versato 25 anni prima dei requisiti richiesti per la pensione. Inoltre, bisogna possedere 15 anni di contributi effettivi di cui almeno 10 anni di lavoro discontinuo, questo significa per periodi inferiori a 52 settimane.

i) Legge Dini 335/1995: 71 anni di età, con almeno un contributo prima del 31 dicembre 1995, e aver maturato almeno 5 anni di contributi dal 1° gennaio 1996.

Come andare in pensione per chi è disoccupato senza NASPI?

Queste sopra elencate sono tutte le misure pensionistiche in vigore nel 2021 che permettono di accedere alla pensione senza la fruizione della disoccupazione indennizzata.

Consigliati per te