Come alternativa ai classici ravioli o tortellini possiamo stupire tutti con questo primo piatto raffinato e facilissimo, perfetto per scaldarsi

Il pranzo natalizio, imbastito con amore dedizione, ha dato i suoi frutti e gli ospiti non hanno avanzato nulla. Questo ci fa molto onore e ci riempie di soddisfazione, ma si pone il problema di trovare una pietanza altrettanto sbalorditiva per Santo Stefano.

Ancora una volta, largo alla fantasia perché come alternativa ai classici ravioli o tortellini possiamo stupire tutti con questo primo piatto raffinato e facilissimo, perfetto per scaldarsi

Caramelle di fonduta in brodo

Anziché proporre il solito ripieno a base di carne, queste caramelle di pasta nascondono un cuore di formaggio morbidissimo e dal gusto avvolgente. Il brodo con cui vengono servite, poi, le rende ancora più delicate al palato, amplificando al tempo stesso il calore e il tono tradizionale della portata.

Per la pasta

  • 200 grammi di farina 00;
  • 2 tuorli;
  • 1 uovo intero.

Per il ripieno

  • 120 grammi di formaggio tipo Camembert;
  • 120 millilitri di panna fresca;
  • 20 grammi di Parmigiano.

Procedimento

Cominciamo preparando la pasta, creando dapprima la classica fontanella di farina in cui andremo a far cadere le uova.

È il momento di impastare, incorporando la farina gradualmente con l’aiuto di una forchetta. Quando poi l’impasto avrà guadagnato in consistenza, proseguiamo a modellarlo con il palmo della mano.

È consigliabile lavorare la pasta per almeno 10 minuti o comunque fino a che non la riterremo abbastanza liscia e omogenea.

Dopo averla coperta accuratamente con una pellicola, lasciamola riposare a temperatura ambiente per 30 minuti, passando quindi alla preparazione del ripieno.

Come alternativa ai classici ravioli o tortellini possiamo stupire tutti con questo primo piatto raffinato e facilissimo, perfetto per scaldarsi

In un pentolino, scaldiamo la panna fino quasi a farla bollire. Amalgamiamo quindi il Parmigiano e il formaggio tagliato a cubotti e privato della crosta, mescolando per scioglierlo.

Controlliamo che non si siano formati grumi e trasferiamo il composto in frigorifero per 1 ora per poi trasferirlo in una sac-à-poche.

Tagliamo ora la pasta per ricavare filoncini di sfoglia spessi non più di 1 mm, su cui andremo a posare la crema al formaggio.

Richiusa la sfoglia per inglobare il ripieno, pizzichiamo i filoncini ogni 2 cm e tagliamo con una rotella per ottenere le caramelle.

Tuffiamole nel brodo di carne bollente e salato per poi servire calde, ma possiamo anche conservarle una notte in frigo per gustarle il giorno dopo.

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo le abitudini alimentari ed eventuali intolleranze dei nostri lettori e per questo motivo si raccomanda di rivolgersi al proprio medico riguardo a cibi che potrebbero causare danni alla propria salute. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te