Come allenare gli addominali obliqui a casa in due semplici mosse

Chi non ama la famosa “tartaruga”? Chi non ha mai sognato di sfoggiare un “six pack” in spiaggia?

I muscoli dell’addome sono di sicuro i più importanti segnali di un fisico asciutto e in forma. In ogni routine quotidiana di allenamento sono presenti degli esercizi che hanno come target gli addominali. I crunches e il plank sono le attività più comuni per stimolare questa fascia muscolare. Pochi, tuttavia, sono gli atleti che prendono in considerazione un’altra parte dell’addome, quella laterale.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Oil Free Fryer, la vera friggitrice ad aria

Scopri il prezzo lancio

Friggitrice Fryer

Questa zona riveste un’importanza fondamentale nell’equilibrio del tronco e della colonna vertebrale. Ancora una volta, non siamo obbligati ad andare in palestra. Ecco come allenare gli addominali obliqui a casa in due semplici mosse.

Bisogna impiegare la torsione del busto e mobilitare l’anca

Gli addominali obliqui (muscolo trasverso dell’addome) sono i responsabili della torsione del busto e dei movimenti dell’anca. Essi intervengono all’interno dell’espirazione e lavorano in squadra con le altre sezioni dell’addome. Proprio alla luce di tale sinergia, questo distretto muscolare necessita di un esercizio costante e approfondito. Solo in questo modo si può creare il terreno fertile per uno sviluppo armonico di tutta la zona.

Ma quali sono gli esercizi che si possono eseguire per raggiungere questo obiettivo? Come allenare gli addominali obliqui a casa in due semplici mosse?

Crunches alternati, plank laterale

Innanzitutto per colpire la fascia muscolare in questione è indispensabile ricordare il movimento di cui essa è responsabile: la torsione. All’interno dei normali crunches che ognuno ha incluso nella propria routine, si può aggiungere una componente di rotazione. Invece di portare il busto verso l’alto, si porta il lato destro del corpo verso sinistra e viceversa. In questo modo il gomito del braccio che sorregge la testa va ad incontrarsi con il ginocchio opposto. È opportuno, in questo caso, portare a termine un numero pari di ripetizioni.

Un altro esercizio fondamentale è il plank, anch’esso con una piccola variazione. Invece della forma classica, è necessario utilizzare quella laterale. Non ci si trova in posizione prona, ma in posizione laterale: il peso è distribuito su un braccio (il gomito o la mano sono a terra) e sull’esterno del piede. L’anca, di conseguenza, rimane sollevata ponendo l’addominale obliquo sotto sforzo. Si può scegliere se mantenere semplicemente la posizione oppure portare il bacino su e giù. Naturalmente l’esercizio va svolto su entrambi i lati.

Si è visto, dunque, come allenare gli addominali obliqui a casa in due semplici mosse. È indispensabile, tuttavia, esercitarsi in maniera saggia e adeguata alla propria preparazione.

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili qui»)

Consigliati per te