Come agisce lo stress sul cuore e come prevenirne effetti e fattore di rischio quali insonnia, aumento della pressione arteriosa e cardiaca

Tutti, al Mondo d’oggi, vivono momenti di stress, più o meno lunghi ed intensi. Nonostante ognuno li affronti in maniera diversa, la risposta fisiologica è più o meno simile tra gli esseri umani. Il cuore delle donne, ad esempio, soffrirebbe molto delle conseguenze di stress e preoccupazioni. Vediamo, quindi, quando e quanto questi fattori facciano male al cuore e fino a che punto siano fisiologicamente gestibili. Partiamo, anzitutto, dal capire come reagisce il nostro organismo allo stress. Ebbene, la reazione fisiologica consiste nell’attivazione autonoma del sistema nervoso simpatico, che innesca meccanismi difensivi verso un evento percepito come aggressivo.

Da qui, possibili manifestazioni, quali l’aumento della frequenza cardiaca, della pressione arteriosa e la costrizione dei vasi periferici. Quindi, se l’attivazione della risposta fisiologica allo stress dura a lungo, il sistema cardiovascolare viene sottoposto ad un’eccessiva tensione. Vediamo, quindi, come agisce lo stress sul cuore e quali sintomi dovrebbero preoccuparci.

Reazioni allo stress che dovrebbero preoccuparci

In generale, lo stress potrebbe recare con sé dei sintomi che dovrebbero allarmarci e che vanno tenuti sotto controllo. Si pensi a:

A fronte di queste reazioni, è consigliabile rivolgersi allo specialista per adottare delle possibili terapie difensive. Insonnia, aumento della pressione arteriosa e cardiaca sono, infatti, sintomi che non andrebbero sottovalutati. Evitare di sovraccaricare il cuore e il sistema cardiovascolare è fondamentale in generale e, nello specifico, per determinati soggetti. Si pensi a coloro che sono maggiormente esposti ad un rischio cardiovascolare, come le donne in menopausa o in sovrappeso. Tali sono anche coloro che soffrono di ipertensione, diabete, o hanno una familiarità con le patologie cardiache.

Come agisce lo stress sul cuore e come prevenirne effetti e fattore di rischio quali insonnia, aumento della pressione arteriosa e cardiaca

Veniamo, adesso, ai consigli per cercare di capire come si potrebbero evitare e prevenire gli effetti negativi dello stress sul cuore. Allora, sarebbe necessario, anzitutto, seguire una dieta corretta e uno stile di vita attivo e sano. In particolare, per mantenere il sistema cardiovascolare in buona salute sarebbe bene seguire la dieta mediterranea, ricca di cereali e vegetali. Poi, importanti sono: legumi, pesce e carni magre. All’opposto, occorrerebbe limitare il consumo di sale, di carne rossa, di cibi fritti, grassi e di dolci. Altro aspetto importante consisterebbe nell’evitare il fumo, anche facendosi aiutare da uno specialista o da centri antifumo specializzati. Infine, sarebbe importante svolgere una regolare attività fisica, soprattutto di tipo aerobico. Quindi, camminare a passo sostenuto, nuotare o andare in bicicletta.

Lettura consigliata

Ecco i metodi naturali per abbassare la pressione quando questa raggiunge livelli da shock!

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo e non si sostituiscono in alcun modo al consulto medico e/o al parere di uno specialista. Non costituiscono, inoltre, elemento per la formulazione di una diagnosi o per la prescrizione di un trattamento. Per questo motivo si raccomanda, in ogni caso, di chiedere sempre il parere di un medico o di uno specialista e di leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te