Come abbellire la casa con una pianta facile da curare ideale per poco esperti

piante

Durante i mesi di chiusura a causa della pandemia da Covid 19 sono molte le persone che hanno scelto di abbellire la casa con delle piante. Le piante sono ideali per dare un tocco di colore anche alla casa più buia senza, però, impegnare più di tanto. Tra le piante, tuttavia, ce ne saranno alcune più difficili rispetto ad altre. Sarà necessario ponderare la scelta tenendo conto delle proprie esigenze. Molto apprezzate le orchidee che, frequentemente, vengono regalate in occasione di cerimonie o compleanni.

Non solamente le classiche orchidee ma anche il Cimbidio, più particolare e difficile da gestire ma capace di dare grandi soddisfazioni. Tra le piante più facili da curare troviamo quelle grasse, dalla Sansevieria ai classici cactus. Piante molto belle ma a prova di pollice nero. Tra queste anche l’Agave, bella e super resistente. Oggi si cercherà di capire quali sono le poche cure di cui necessita questa pianta per vivere sana e a lungo.

Come abbellire la casa con una pianta facile da curare

L’Agave è una pianta che potrà essere coltivata in vaso ma anche in piena terra nelle zone dal clima più mite. La maggior parte delle varietà resiste bene anche fino a zero gradi ma, nel caso di temperature inferiori, sarebbe preferibile ricoprirla. L’esposizione perfetta è in pieno sole, calore e raggi solari aiuteranno questa pianta a crescere sana e forte. Per quanto le annaffiature, invece dovranno avvenire ogni 15 giorni e sarà necessario attendere che il terreno sia asciutto. Infatti, eccessive annaffiature potrebbero provocare ristagni idrici e marciume radicale. Scegliere il vaso più corretto può apparire semplice ma questo non è, infatti sarà importante optare per uno in terracotta nel caso dell’Agave.

Oltre al contenitore, però, attenzione anche alla terra utilizzata. Il classico terriccio, infatti, non è sufficiente per evitare disastri. Meglio optare per un terriccio drenante e, soprattutto, mai dimenticare di inserire ghiaia o ciottoli sul fondo del vaso. L’Agave, come si scriveva, è molto resistente e questo le permette di essere poco soggetta a malattie o infestazioni di parassiti. L’Agave in vaso, specialmente se molto giovane, andrà sistemata in un luogo riparato durante il periodo invernale per evitarne la gelata. Poi, l’Agave, non ha bisogno di essere potata anche se le foglie inferiori tenderanno a seccare e bisognerà rimuoverle con delicatezza.

Varietà

Come di ogni pianta, ne esistono decine di varietà diverse. Una molto interessante è rappresentata dalla Mangave, un ibrido nato tra l’Agave e la Manfreda sempre molto semplice da curare. Anche in questo caso è una pianta perfetta per essere coltivata in un vaso di terracotta che ne favorirà il drenaggio. Ideale per chi si chiede come abbellire la casa con una pianta facile da curare.

Si invita a leggere attentamente le Avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»

Consigliati per te