Combattere i fastidiosi piccoli animaletti rossi che hanno fatto ingiallire, raggrinzire e appassire le foglie  

E’ un colpo al cuore quando osserviamo le nostre piante cambiare colore per effetti esterni. Purtroppo le infezioni sono all’ordine del giorno e dipendono da vari fattori. Ora ci interessa trovare una soluzione per combattere i fastidiosi piccoli animaletti rossi che hanno fatto ingiallire, raggrinzire e appassire le foglie. Nello specifico il nostro articolo riguarda il ragnetto rosso appartenente alla famiglia degli acari.

Il ragno tesse la ragnatela

Ebbene questo animaletto ha la capacità di espandere la ragnatela nella pagina inferiore delle foglie delle piante. Purtroppo, anche il più attento contadino si rende conto dell’attacco quando ormai il danno è compiuto. Questo fastidioso ragnetto minuscolo non ama l’umidità ma i luoghi secchi. Perciò, un metodo per combatterlo c’è ed è anche alla portata di tutti.

I più avvezzi alla coltivazione, per non correre troppi rischi, spruzzano semplicemente acqua su tutta la pianta, con particolare attenzione alle pagine inferiori delle foglie.

Perché i ragnetti attaccano le foglie

I ragnetti rossi tessono la ragnatela per proteggere le uova deposte sulla parte inferiore delle foglie. Perciò queste minuscole ragnatele non servono a catturare prede. Anzi le vespe e le coccinelle sono i loro nemici naturali poiché si nutrono di acari. Chi vuole approfondire l’argomento, può leggere un altro articolo dell’utilità della presenza di questi due animaletti nell’orto oppure nel giardino.

Il ragno più grande preferisce la parte superiore della foglia

Ora ritornando al nostro caso bisogna specificare che i ragni rossi più grandi hanno la propensione a creare ragnatele con masse fioccose sulla parte alta della foglia. Parallelamente i ragnetti pungono la superficie delle foglie e si cibano delle cellule che compongono la lamina fogliare.

Come difendersi dal ragnetto rosso

ProiezionidiBorsa ha il compito di indicare le soluzioni giuste per risolvere il problema della presenza di ragnetti sulle foglie. Non è nostra intenzione consigliare insetticidi ma trovare una soluzione con metodi biologici. Dunque basta prendere un litro di acqua e sciogliere un cucchiaio di scaglie di sapone di Marsiglia. Infine prendere uno spruzzatore e spargere la miscela in modo da rendere la pianta umida.

Combattere i fastidiosi piccoli animaletti rossi che hanno fatto ingiallire, raggrinzire e appassire le foglie

Ora scopriamo cosa fare quando l’infezione è persistente. Far bollire un litro d’acqua e prendere tre spicchi di aglio oppure un cucchiaino di peperoncino in polvere. Far riposare tutto fino a raffreddamento e successivamente spruzzare la  miscela sulle piante con un intervallo di 2/3 giorni.

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo i comportamenti dei nostri lettori nei confronti di utensili presenti in casa o in giardino. Per questo motivo si raccomanda di utilizzare la massima cautela ed attenzione con attrezzi per la casa e il giardino per evitare di creare spiacevoli incidenti. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riportate QUI»)

Consigliati per te