Combattere con successo l’umidità di casa utilizzando anche d’inverno il deumidificatore prevenendo la muffa

Se per caso stiamo per mettere in letargo il deumidificatore portatile, aspettiamo di leggere questo articolo. Questo importante elettrodomestico che ci ha reso le notti estive meno afose potrebbe infatti meritarsi un posto in casa anche in pieno inverno. Combattere con successo l’umidità di casa utilizzando anche d’inverno il deumidificatore prevenendo la muffa è l’oggetto di questo articolo. Anche se possediamo uno split fisso in casa, teniamoci pronti ad accenderlo, nonostante il riscaldamento. Vediamo infatti perché l’azione del deumidificatore può superare in efficienza quella del termosifone.

Importante anche la salute stessa

Quando pensiamo al deumidificatore, soprattutto d’estate, ci riferiamo in particolare al suo merito di permetterci di dormire meglio la notte. Ma dovremmo ricordare l’importanza del deumidificatore anche per la tutela della nostra salute. Questo importante elettrodomestico, infatti se tenuto correttamente, contribuisce a prevenire i problemi respiratori e le crisi allergiche. In effetti, se dichiariamo guerra alla muffa di casa, evitiamo che si presentino determinate condizioni per il peggioramento della nostra salute. Come ricordano sempre i medici.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
XW 6.0 è lo Smartwatch migliore del 2021: il tuo mondo a portata di polso

SCOPRI IL PREZZO

“XW60”/

Combattere con successo l’umidità di casa utilizzando anche d’inverno il deumidificatore prevenendo la muffa

Forse non ci abbiamo mai pensato ma se abitiamo in zone particolarmente umide, in cui pioggia e nebbia la fanno da padrone, il deumidificatore potrebbe essere un alleato davvero importante. Evitare che la muffa si impadronisca di casa anche a causa degli eventi atmosferici è assolutamente importante. Se in famiglia abbiamo qualcuno che soffre di allergie, raffreddore o addirittura asma si potrebbe davvero contribuire a migliorare la sua salute grazie a questo elettrodomestico. Ricordiamo infatti che una stanza col livello giusto di umidità ci permette di respirare meglio, cioè senza affaticare i polmoni. Proprio in questo senso un piccolo ma importante accorgimento è dato dal posizionare il deumidificatore lontano dalla polvere e dalle sue fonti.

Utilizzare anche un igrometro

Pochi sanno che il livello di umidità ideale di una stanza non dovrebbe mai superare il 45%. Oltre questa soglia si permette alla muffa di riprodursi e proliferare. Nello stesso tempo, non sottovalutiamo l’importanza di non scendere nemmeno sotto il 30% di umidità. Se in casa abbiamo ad esempio il parquet, le assi potrebbero infatti danneggiarsi. Ma così come potrebbe accadere nel caso in cui abbiamo dei bellissimi soffitti con le travi in legno. Ecco perché mantenere l’umidità della casa e delle stanze attorno al 45% diventa utile non solo per la salute, ma anche per evitare danni strutturali. In questo senso può essere un aiuto l’acquisto di un igrometro che ci permetterà di avere sempre sottocchio il livello di umidità della casa. Acquistabile anche comodamente da casa su internet. Ricordiamo infine che possiamo prevenire la muffa di casa arredandola con queste due piante che assorbono l’umidità.

Approfondimento

Vetri sempre puliti con questo detergente fai da te

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo i comportamenti dei nostri lettori nei confronti di utensili presenti in casa o in giardino. Per questo motivo si raccomanda di utilizzare la massima cautela ed attenzione con attrezzi per la casa e il giardino per evitare di creare spiacevoli incidenti. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riportate QUI»)

Consigliati per te