Coloriamo il giardino a settembre con questa pianta dai fiori lilla

Trascurato, affidato a genitori, parenti o amici. Uno dei pochi pensieri verso casa, che non siano agli affetti, quando siamo al mare o in montagna. Ci stiamo ovviamente rivolgendo agli amanti delle piante e a chi possiede un giardino. Lasciamo tutto per una settimana o più in mani non nostre e non sappiamo, pur avendo grande fiducia, come saranno al nostro ritorno.

Ci preoccupiamo che qualcuno che, magari, non ha la nostra stessa passione, possa, quantomeno, non fare danni. O che li limiti al massimo. Appena entriamo in casa, verifichiamo che tutto sia a posto, lo stato dell’erba, dell’orto e di tutti quei fiori che avevamo lasciato da soli.

Dopo esserci accertati che tutto sia più o meno a posto, fatto i conti con le eventuali perdite, si può pensare a come andare a ritoccarlo. Le temperature di questi giorni stanno calando un po’ ovunque. Si spera che il caldo torrido sia ormai alle spalle, in modo da poter tornare a piantare qualcosa.

A questo proposito, oggi andremo a suggerire una pianta da fiori lilla, particolarmente belli. Con una credenza che le dà un’aura ancor più speciale. Stiamo parlando della scabiosa.

Coloriamo il giardino a settembre con questa pianta dai fiori lilla

Si chiama così perché, anticamente, si pensava potesse combattere la scabbia, alleviandone il forte prurito. Le sue foglie, ancora oggi, vengono utilizzate in erboristeria per curare i disturbi della pelle. Quindi, il suo mito si fonda su basi solide, anche se non c’è propriamente un riscontro scientifico sulla scabbia. Non solo, volendo si può unire l’utile al dilettevole, piantandola per ammirare gli splendidi fiori e poi per fare un decotto con le sue foglie. Da utilizzare per rinvigorire la nostra pelle.

Ha un’origine asiatica, anche se non è detto che fosse presente già in Europa. È una pianta essenzialmente ornamentale, che viene prediletta per il colore dei suoi fiori, nella formazione di aiuole. Il lilla è nella variante più comune, ma si possono trovare anche blu, viola e azzurro, a seconda delle varietà. La più diffusa è la prima, ma, in un buon vivaio, se ne potrebbero trovare anche altre.

Da vaso o da mettere in terra, non necessita di grande cura

Possiamo decidere di coltivarla in vaso o metterla nel terreno, considerando che non necessita di grandi cure. Un’innaffiatura regolare nelle prime settimane e meno intensa successivamente. Anche se predilige il sole e la luce, anche in zone ombreggiate resiste senza particolari problemi. I suoi fiori abbelliranno la parte in cui sceglieremo di metterla, rendendo il nostro spazio verde più carino. Allora, coloriamo il giardino a settembre con questa pianta, la scabiosa, che ci darà sicuramente soddisfazione. Non è la sola, però, perché se ne può scegliere anche un’altra, basta stare attenti a dove posizionarla se si possiede un cane.

Lettura consigliata

Pochissimi sanno che possono resistere anche all’inverno questi splendidi fiori che colorano i nostri balconi in estate

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo i comportamenti dei nostri lettori nei confronti di utensili presenti in casa o in giardino. Per questo motivo si raccomanda di utilizzare la massima cautela ed attenzione con attrezzi per la casa e il giardino per evitare di creare spiacevoli incidenti. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te