Cina e Stati Uniti si incontrano a Roma per affrontare il tema della guerra, videocall tra Ucraina e Russia

Vertice a Roma tra la Cina e gli Stati Uniti. L’incontro arriva quando circola da qualche ora la notizia secondo la quale la Russia avrebbe chiesto armi e supporto diretto alla Cina. Il meeting a Roma vedrà protagonisti il consigliere alla Sicurezza nazionale Usa Jack Sullivan e il capo della diplomazia del Partito comunista cinese Yang Jiech.

La scelta di Roma come location sembra dettata da motivi logistici. D’altronde però se mai dovesse essere un incontro fruttuoso, la capitale potrebbe uscirne protagonista. Ovviamente tutto questo a voler essere animati da un ottimismo quasi illusorio. Nei fatti la tensione è sempre più forte. I bombardamenti in Ucraina sono arrivati ad un passo dall’Unione e dalla Polonia. Così come molti ritengono non improbabile la possibilità che Putin, sentitosi allo stremo, possa usare armi chimiche.

Cina e Stati Uniti si incontrano a Roma per affrontare il tema della guerra, videocall tra Ucraina e Russia

Il Papa da Roma urla affinché si fermi la guerra ma pare che nessuno ascolti. Intanto oggi ci saranno colloqui tra l’Ucraina e il Cremlino in videoconferenza. «Da Mosca approccio diverso, ora parliamo» ha detto Zelensky. Il punto è capire di cosa parlano nel mentre l’assalto «a tenaglia» prosegue.

La speranza cinese

La Cina che è notoriamente alleata della Russia sarebbe interessata ad evitare una escalation ulteriore. Il tutto per via delle ripercussioni economiche che minano gli stessi interessi cinesi. Per quel ridisegno mondiale che riguarda gli scambi commerciali e la decisione degli Stati UE di concentrarsi soprattutto sul potenziamento della produzione interna.

Dall’Italia

Intanto il Ministro degli esteri Luigi Di Maio ospite alla trasmissione «Non è l’Arena» di Massimo Giletti, ha evidenziato l’importanza di prepararci ai «ricatti della Russia sul gas». E ha aggiunto «il tema non è necessariamente sostituire il gas russo, ma aumentare la quantità di gas in modo tale che comunque il prezzo possa scendere». Inoltre ha precisato che «l’Italia chiede di mettere un tetto al prezzo del gas con un regolamento europeo, in modo da finanziare molto di meno le forniture di gas russo e continuiamo a diversificare per affrancarci da quella fornitura».

Cina e Stati Uniti si incontrano a Roma per affrontare il tema della guerra, videocall tra Ucraina e Russia. Il Mondo però teme che un attacco ad uno dei paesi NATO come la Polonia possa creare un disastro inimmaginabile.

Consigliati per te