Ci lamentiamo di non avere soldi, dalla dichiarazione dei redditi la storia è ben diversa

Sono 41,4 milioni gli italiani che hanno presentato la dichiarazione dei redditi riferita all’anno 2018. Rispetto all’anno precedente sono aumentati di 162mila le persone che presentano la dichiarazione dei redditi. Seppur ci lamentiamo di non avere soldi, dalla dichiarazione dei redditi la storia è ben diversa. Il più utilizzato per fare la dichiarazione dei redditi è il modello 730, lo compilano 21,2 milioni di persone fisiche, 9,6 milioni usano il modello “Redditi Persone Fisiche”. La parte restante non lo fanno direttamente ma i dati vengono prelevati dal modello Certificazione Unica compilato dal sostituto d’imposta.

Gli italiani sono più ricchi

Facendo il confronto tra le dichiarazioni dei redditi del 2017 e 2018 sorprende che la posizione degli italiani dal punto di vista economico è migliorata. Il totale del reddito dichiarato è aumentato del 3,1%, escludendo dal reddito complessivo del 2017 le perdite in contabilità semplificata e da partecipazione in società esercenti attività d’impresa.

Prestiti 2021

Ecco le Convenzioni, ma non tutti rientrano, perchè?

Verifica subito se rientri

30 - 5051 - 6566+

Clicca sull'età

Prestiti 2021

Ecco le Convenzioni, ma non tutti rientrano, perchè?

Verifica subito se rientri

30 - 50

51 - 65

66+

Clicca sull'età

Ma chi sono i più facoltosi e dove vivono

L’incremento del reddito è dovuto dall’aumento da pensione, lavoro dipendente e dall’autonomo. La regione con il reddito medio più alto è in Lombardia (25.670 euro). Quelli che denunciano meno redditi in media sono i calabresi 15.430 euro. Ad avere un reddito medio più alto sono quelli da lavoro autonomo circa 46mila euro, mentre i titolari di ditte individuali dichiarano 20940 euro poco più dei lavoratori dipendenti e circa 3mila in più dei pensionati. Chi ha reddito da partecipazione in società di persone e simili dichiara un reddito medio di 18130 euro.

La torta come è divisa

Il reddito complessivo dichiarato è così suddiviso per tipo di lavoro: il 53% è dato dal lavoro dipendente, il 29% dai pensionati.

Come va l’andamento

Ad aumentare con maggiore decisione sono i redditi medi da lavoro autonomo (+6,3%), alter ego il reddito d’impresa (-5,2%) e il reddito da partecipazione (-1,4%)

Aumentano anche i redditi da pensione del 2,5%, anche se diminuiscono i pensionati per via della riforma delle pensioni Monti-Fornero. Guadagnano qualcosa in più anche i lavoratori dipendenti. Come potete leggere ci lamentiamo di non avere soldi, dalla dichiarazione dei redditi la storia è ben diversa.

Consigliati per te