Chissà quante volte abbiamo buttato questa parte del prezzemolo senza sfruttare le sue incredibili proprietà

Il prezzemolo è una delle erbe aromatiche più utilizzate ed apprezzate in cucina, e non solo. Fin dai tempi più antichi, infatti, il prezzemolo è conosciuto per le sue proprietà benefiche e terapeutiche. Per alcune popolazioni, questa era una pianta sacra che curava e leniva parecchi malanni.
Ad esempio, era utilizzato per placare le punture di insetti, o per favorire la digestione. Oppure, per contrastare i pidocchi in testa, o per alleviare il dolore ai denti.

Anche oggi, il prezzemolo è un classico dei rimedi della nonna. Infatti, viene di solito utilizzato per alleviare il prurito derivato da punture di zanzare, o per rinforzare i capelli.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
La nuova friggitrice ad aria che amerai: zero odori, zero schizzi

SCOPRI IL PREZZO

Oil free

Anche benefici nell’orto

Alcuni utilizzano il prezzemolo anche nell’orto, per sfruttare le sue incredibili proprietà antiparassitarie. Infatti, è questa l’erba aromatica da piantare vicino ai peperoni per renderli carnosi e saporiti. La tecnica della consociazione è fondamentale nel giardinaggio ed il prezzemolo è l’ideale per far crescere in salute cipolle, pomodori, ravanelli ed asparagi. Attenzione, però, perché è un gravissimo errore mettere nello stesso vaso il prezzemolo con quest’altra erba aromatica.

Tuttavia, chissà quante volte abbiamo buttato questa parte del prezzemolo senza sfruttare le sue incredibili proprietà

Molti sfruttano la freschezza del prezzemolo in cucina, utilizzando soltanto le sue foglie. Non hanno la stessa sorte i gambi, che finiscono il più delle volte nella pattumiera, nonostante abbiano le stesse proprietà delle foglie.

Infatti, anche i gambi sono ricchi di sali minerali, flavonoidi e vitamine. Inoltre, godono di proprietà antiossidanti e dimagranti, e contrastano la ritenzione idrica. C’è chi utilizza i gambi, sfruttandone i preziosi oli essenziali, per eliminare macchie e cattivi odori dalla pelle. Altri invece, li masticano poiché aiuterebbe a diminuire l’alitosi ed il dolore ai denti.

Tuttavia, è importante ricordare che l’applicazione cutanea dell’olio, specialmente dei semi, aumenta la sensibilità della pelle al sole.
Inoltre, essendo ricco di acido ossalico, un consumo eccessivo di prezzemolo potrebbe essere rischioso per chi ha calcoli renali o carenze di minerali.

Come riutilizzare i gambi in cucina

I gambi del prezzemolo esprimono tutto il loro potenziale in cucina. Infatti, a differenza delle foglie, essi riescono ad aggiungere croccantezza alle preparazioni, pur mantenendo l’aroma del prezzemolo stesso.

Sono quindi ideali da aggiungere nel pangrattato, per fare una deliziosa impanatura. Oppure si possono frullare per riutilizzarle nella preparazione di salse e condimenti. Un trucco davvero geniale è quello poi di inserirli interi all’interno di fumetti di pesce, per preparare dei deliziosi primi piatti.

Dunque, chissà quante volte abbiamo buttato questa parte del prezzemolo senza sfruttare le sue incredibili proprietà.

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo le abitudini alimentari ed eventuali intolleranze dei nostri lettori e per questo motivo si raccomanda di rivolgersi al proprio medico riguardo a cibi che potrebbero causare danni alla propria salute. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riportate QUI»)

Consigliati per te